I fondi pensione sono un flop tra i giovani

Il ministro Damiano annuncia con entusiasmo che entro la fine dell’anno raggiungeremo il famoso 40% di iscritti ai fondi pensione. Nessuno però si preoccupa di capire chi siano le persone che hanno deciso di aderire in questi sei mesi ai fondi stessi. Si tratta infatti di molti dipendenti che, pur vicini all’età pensionabile, hanno trovato nei fondi negoziali un rendimento finanziario maggiore rispetto a quanto sarebbe maturato lasciando il Tfr in azienda e un’agevolazione fiscale. Purtroppo, i «giovani», per i quali lo strumento dei fondi pensione risulta un «pilastro» irrinunciabile, hanno aderito in misura minore o quasi assente. Bisognerebbe quindi chiedersi perché i neo assunti non hanno aderito ai fondi pensione stessi e studiare delle misure affinché il problema previdenziale non esploda in futuro.