I fondisti azzurri ko al fotofinish

Vittoria sfiorata nella coppa del mondo di sci nordico per l’Italia, seconda allo sprint in una staffetta 4x10 km vinta a sorpresa dalla Repubblica ceca a Davos in Svizzera; terza la Svezia a 5 decimi. Identico tempo per cechi e italiani, decisiva l’analisi al fotofinish. Il secondo posto di Davos resta, in ogni modo, un ottimo risultato perché rappresenta il primo podio stagionale degli azzurri dello sci di fondo. Di Centa al lancio, Checchi in seconda, Piller in terza e Zorzi allo sprint hanno compiuto il loro dovere concludendo secondi in un inizio di stagione finora avaro di risultati importanti come ha rimarcato Giorgio Di Centa: «Era un finale da Zorzi e lo sapevamo così abbiamo preparato tutto per il meglio ed è arrivato questo primo podio stagionale di cui siamo fieri e che è utile per il morale. Tra l’altro il fatto di non vedere né la Germania né la Norvegia sul podio, addolcisce la beffa dell’aver perso dai cechi al fotofinish. Va benissimo così».
Male invece le italiane nella staffetta 4x5 km vinta dalla Norvegia davanti a Germania e Russia: nono e decimo posto per i due quartetti tricolori.