I fondisti d’oro: «Portateci a Sanremo»

da Pragelato

Gli azzurri d’oro della staffetta di fondo hanno un’aspirazione artistica e vorrebbero andare a Sanremo: «Siamo bravi non solo a sciare - hanno fatto sapere a Panariello, in tv -, ma anche a cantare, ascolta questi tre pezzi». E giù «La Montanara», «Si può dare di più», infine «I campioni dell’Olimpo siamo noi», eseguiti da Piller Cottrer, Valbusa e Di Centa, i quali garantiscono che anche Zorzi è d’accordo e pronto a trasformare il trio in quartetto. Questo è il clima della squadra azzurra di fondo che, in attesa della 50 chilometri di domenica, oggi fa il tifo per Gabriella Paruzzi, che nella 30 km a tecnica libera si appresta a difendere il titolo conquistato a Salt Lake City quattro anni fa, quando però si gareggiava a tecnica classica, come Gabriella preferisce. Da comprimaria della sua corregionale Di Centa e della piemontese Belmondo a capitana della staffetta bronzo a Torino, Gabriella in chiusra di carriera non nasconde la commozione («Dopo la gara piangerò») e la voglia di fare la Vasaloppet.