I Fori Imperiali? Una «location» perfetta

È via dei Fori Imperiali la location romana preferita da registi cinematografici e televisivi per l’ambientazione di film, fiction e spot. Se nel 2005 era stata piazza Navona la protagonista indiscussa delle macchine da presa, nel 2006 in cima alla «hall of fame» dei prodotti audiovisivi c’è la storica via che guarda al Colosseo con ben 84 location. In seconda posizione c’è proprio l’Anfiteatro Flavio (76), seguito dalla scalinata di Trinità dei Monti (74), protagonista, in questi giorni, di uno spot in onda sulle reti tv nazionali di una nota marca di detersivi. Ma continuano a farsi avanti anche location «nuove» come l’Eur, i negozi di via Tuscolana e gli ex Mercati generali. Questi ultimi, ora in ristrutturazione, hanno visto l’ambientazione di fiction di grande successo come «Orgoglio» e «Distretto di polizia» ma anche film di cassetta come «Ocean’s twelve». Tra le ambientazioni cinematografiche e televisive in periferia , primeggiano via Tuscolana (16), via Ostiense (14), l’Eur (11) e viale dell’Università (11). In ascesa Prenestina, San Lorenzo e Tiburtina. Roma, come sottolinea il Campidoglio, «conferma anche quest’anno il suo primato di capitale del cinema e, in generale, dell’audiovisivo». Nel 2006 sono state circa 2.300 - dati provvisori all’80% - le autorizzazioni rilasciate dall'Ufficio Film Commission, dell’assessorato alle Politiche culturali del Comune di Roma. Più di 600 le produzioni realizzate e girate in luoghi pubblici, che vedono in prima posizione documentari e cortometraggi (191), seguiti da spot pubblicitari e videoclip (128) e servizi televisivi (112), rimasti sostanzialmente invariati rispetto al 2005. Seguono i servizi fotografici (63) e i film (58).
All’ultimo posto le fiction che, tuttavia, sempre in base a dati parziali all’80%, sono salite dalle 45 girate nel 2005 alle 53 del 2006.