I fumatori vivono 3,5 anni in meno

Lo rivela un'indagine del ministero della Sanità giapponese, secondo cui un uomo 40enne fumatore vivrebbe altri 38,6 anni, tre anni e mezzo in meno rispetto a chi non ama le "bionde"

Tokio - Vivono in media 3,5 anni in meno degli altri. Secondo un nuovo studio giapponese sulle conseguenze del fumo, chi ama le sigarette vive di meno. L'indagine del ministero della Salute nipponico, condotta su un campione di 4.237 uomini e 5.338 donne, dimostra che un fumatore maschio di quaranta anni ha un’aspettativa di vita inferiore di tre anni e mezzo rispetto a chi non fuma.

Le aspettative di vita dei fumatori La particolarità di questa ricerca è che il sondaggio è stato avviato nel 1980 su soggetti di almeno trenta anni di età che al tempo effettuarono un completo check-up della salute, duemila dei quali sono morti entro il 1999. Dai dati registrati è emerso che un fumatore accanito, di sesso maschile, che fumi due pacchetti di sigarette al giorno può aspettarsi di vivere 0,9 anni in meno rispetto a chi fuma meno di venti "bionde" quotidianamente. E' stato calcolato che i 2.666 quarantenni fumatori possono aspirare a vivere altri 38,6 anni, 3,5 in meno dei 777 non fumatori. Mentre per quanto riguarda le donne, le 476 fumatrici coinvolte nell’indagine hanno fatto registrare un’aspettativa di vita di 43,4 anni contro i 45,6 delle 4.793 non fumatrici (2,2 anni di differenza).