I gay applaudono: una lezione di civiltà a Roma

Roma. «Il Parlamento europeo dà lezioni di civiltà a quello italiano: speriamo serva a smuovere l’indifferenza dei politici di casa nostra contro gli attacchi omofobici da parte di leader politici come Calderoli e Andreotti e leader religiosi come il presidente della Cei Angelo Bagnasco». Così ha commentato la risoluzione del Parlamento europeo il presidente nazionale di Arcigay, Sergio Lo Giudice. Che aggiunge: «Anche se dal testo è scomparsa la condanna esplicita a Bagnasco, la sostanza non cambia: le parole del presidente della Cei sono considerate nel resto d’Europa come intollerabili espressioni di omofobia da bandire».