I genitori egiziani scrivono al console

Una lettera inviata via fax al console egiziano per ribadire che vogliono che i loro figli continuino a studiare il doppio programma in italiano ed egiziano e per chiedere l'intervento del console per aiutarli a fare in modo che i loro bambini continuino a studiare l'egiziano. L'hanno scritta i genitori della scuola islamica di via Quaranta, dopo che la soluzione della vicenda sembra ancora una volta essersi allontanata. I genitori e il responsabile della scuola araba, Alì Sharif, proveranno a rivolgersi al consolato egiziano. «Ho chiesto un appuntamento con il console - dice Sharif -; speriamo che possa aiutarci. La cosa che ci interessa, l'unica, è che i ragazzi possano continuare a seguire il programma egiziano. Per il resto siamo disposti a discutere su tutto e ad accettare le soluzioni che saranno indicate».