I «genovesi» conquistano il podio

Una giornata, la terza quella di ieri, piena di battaglie sul campo per all’AON Challenger che ha premiato Thomas Fabbiano a Diego Junqueira, argentino, numero 104 del mondo. Match molto combattuto anche quello fra l’altro argentino Horacio Zeballos e il serbo Boris Pashansky. Zeballos, doppista in Coppa Davis nel 2010, ha giocato un impeccabile primo set, mettendo in mostra un servizio incisivo e un rovescio a una mano di grande precisione e conquistando la vittoria per otto a sei.
Facili vittorie anche per Enrico Burzi sul finlandese Timo Nieminen, per lo slovacco Martin Klizan sull’austriaco Michael Linzer, e per il varesino Marco Crugnola contro l’argentino Guillermo Duran. Ha confermato i pronostici il Davisman portoghese Rui Machado, numero 79 del mondo che ha battuto il giovane argentino Renzo Olivo. A Valletta c’è stato anche uno spettacolare match di doppio che ha visto a sorpresa prevalere i «genovesi» Alessandro Giannessi e il danese Frederick Nielsen, coppia che ha conquistato la serie A1 con la maglia del Park Genova, vincitori sullo svedese Johan Brunstrom e il ceco David Skoch, seconde teste di serie del tabellone. In serata, l’esordio di Pablo Andujar, prima testa di serie all’AON Challenger contro il siracusano Alessio Di Mauro, ex top 70 del mondo.