I giardini delle Erbe si chiamano Luzzati

Saranno intitolati a Emanuele Luzzati i giardini di piazza delle Erbe. L’intitolazione avverrà domani, nel primo anniversario delle morte dell’artista: i giardini, con annesso campetto da gioco e spazio al coperto, praticamente gli unici nel centro storico, sono a pochi metri dal teatro della Tosse, seconda casa del maestro, e costante punto di riferimento nelle sua vasta attività nei teatri di mezzo mondo. Il programma della giornata, che vede anche la chiusura della mostra scenografica inedita «Candido, ovvero Emanuele Luzzati», parte alle 11 con una visita alle mostra in compagnia di tre guide «collodiane» il Gatto (Enrico Campanati), la Volpe (Alberto Bergamini) e il Fisarmonicista (Franco Piccolo) che accompagneranno il pubblico fra le scene, i costumi, i modellini di questo paese dei balocchi che riserva sorprese ad ogni angolo senza tramutare nessuno in ciuchino, e che anzi avvicina all’opera di questo artista dall’immaginazione senza fondo.
La mostra andrà in tournée in varie città italiane a cominciare da Torino. All’interno dell’esposizione sono rintracciabili diverse linee tematiche come «il teatro fuori dal teatro» con gli spettacoli «I tarocchi, la leggenda aurea», Luzzati e la musica con «La mia scena è un bosco», «Opera Buffa, Candido» e Luzzati per il teatro delle Tosse con un estratto dall’archivio fotografico di Giorgio Bergami.