I giardini Gilberto Govi si danno allo skateboard

Le tavole di compensato marino sono state sostituite da quelle di cardply, un materiale speciale resistente al salino e all'acqua made in Usa. La struttura è stata rinforzata con una spesa di 17mila euro. Le facciate della pista con salite e discese da brivido saranno disegnate dai writers genovesi seguendo l'ispirazione dei capolavori di Lele Luzzati.
Oggi alle 17 è in programma l'inaugurazione dello skateboard park nei giardini Gilberto Govi a Puntavagno. Un paradiso per i giovani appassionati della tavoletta su quattro ruote che è unico, gratuito, in Liguria e attira ragazzi da tutta la regione. I virtuosi dello skateboard con le loro evoluzioni danno spettacolo per i cittadini che partecipano all'evento. I tre campioni genovesi, tutti rigorosamente da citare con i loro nickname, sono Tex, Sly e Cucciolo. Insieme a loro ci saranno altre decine di skateboarder che assisteranno alle evoluzioni, giravolte e salti nell'impianto sportivo di Puntavagno.
«Si tratta di una struttura - spiega il presidente della circoscrizione Pasquale Ottonello - che abbiamo inaugurato tre anni fa e ha riscosso un successo enorme fra i giovani genovesi, ma anche per quelli provenienti da altre città liguri. L'impianto sportivo è infatti aperto al pubblico gratuitamente. Nei prossimi giorni abbiamo intenzione, inoltre, di dare il via alla realizzazione di una palestra di roccia e free climbing in un angolo della pista dei giardini Gilberto Govi per completare l'offerta ai cittadini. Contiamo molto sull'organizzazione e l'aiuto dell'associazione Consilium Foce che gestisce in convenzione il parco dei divertimenti. Sono in programma altre iniziative come tornei di carte, bocce, corsi di autodifesa, spettacoli, serate danzanti, per tutta l'estate 2007».
L'idea di riportare a Genova l'urban sport per eccellenza, cioè lo skateboard, è nata anche dalla collaborazione fra il Medio Levante e il Centro Latte di Rapallo che ha sponsorizzato il ripristino dell'impianto sportivo. L'intervento di ristrutturazione ha permesso di recuperare la struttura esistente e di riammodernarla con migliori materiali. A partire da luglio un gruppo di writers genovesi con le loro bombolette spray dipingeranno sui muri dello skate park un disegno, Il Ciclo del latte, che il maestro Lele Luzzati aveva realizzato per il Centro Latte di Rapallo. A seguire l'opera vi saranno gli esperti del museo Luzzati che assisteranno i giovani artisti genovesi nella riuscita del progetto grafico. Lo skate park di Puntavagno sarà utilizzato anche per i campionati italiani di skateboard che i giovani genovesi stanno organizzando in collaborazione con la circoscrizione.