I giornalisti contro il sindacato

È malumore tra i giornalisti che voteranno per un referendum interno della categoria. Il segretario Fnsi, Franco Siddi (nella foto) si dice soddisfatto del risultato raggiunto e precisa che il referendum sarà solo consultivo, ma i giornalisti sono arrabbiati. Nel mirino il nuovo contratto di lavoro, firmato con 4 anni e 27 giorni di ritardo dalla scadenza. Il nuovo documento riconosce un aumento di 265 euro, considerato esiguo e spalmato su due annualità comprensivo della vacanza contrattuale, ma il pomo della discordia riguarda la dilatazione degli scatti di anzianità che passano da biennali a triennali con perdite considerevoli in termini di stipendio non compensate in altro modo a detta dei giornalisti.