I giorni dell’ultimo gelato: ecco dove sarà memorabile

Fa ancora caldo e gli appassionati di gelato gongolano. Ecco qualche consiglio per coni e coppe in extremis. Da Pellacchia creme sugli scudi: la «Coppa Pellacchia» è misto creme, panna montata, salsa allo zabaione, salsa al cioccolato e cialde giganti. Ottimo anche il semifreddo Marronita (passata di castagne fresche aromatizzata alla vaniglia, panna montata e briciole di marron glacé). Gli intellettuali del gelato vanno da San Crispino, dove si sperimentano gusti alternativi e sopraffini, come la crema al miele di corbezzolo, al cacao con Rhum e quella del Malpighi con una base di aceto extravecchio. Meno dolce e povero di grassi è il gelato al gusto crema all’Armagnac «Laberdolive» annata ’85 (forse un po' troppo borghese ma sicuramente raffinato). Ottimi anche i sorbetti, sia classici, sia all’uva di Antofagasta e al limon crollo. Altra gelateria chic è Ciampini con gusti classici e buonissimi. Marron glacé, cioccolato e pistacchio sono un tris di assi. Al Settimo Gelo si esagera con la cassata di ricotta di bufala fresca. Il gelato allo zabaione e quello alla pera sono famosi. Sempre garantito il gelato di Giolitti e la sua Coppa Mondiale, nata non a caso nel 1990: base semifreddo al caffè, gelato di crema, gelato al tiramisù, Pan di Spagna e cialda lunghissima (32 cm!).
Pellacchia via Cola di Rienzo 103 tel. 06-3210807; San Crispino via della Panetteria 42 tel. 06-6793924, via Acaia 56 tel. 06-70450412, via Bevagna 90 tel. 06-33221075; Ciampini p. San Lorenzo in Lucina 29 tel. 06-6876606; Al Settimo Gelo via Vodice 21/a tel. 06-3725567; Giolitti via Uffici del Vicario 40; tel. 06-6991243, Casina dei tre Laghi v.le Oceania 90 tel. 06-5924507