I giovani davanti all’occulto

«Psicologia giovanile e mondo dell'occulto». Questo il titolo e l'argomento della conferenza che avrà nel salesiano Don Giovanni Capra, sacerdote della diocesi di Torino, il suo personaggio di maggiore spicco. Don Capra è infatti da anni il più noto esorcista italiano. È un prete moderno, che non teme di apparire superato dai tempi se concede al mondo dell'occulto ed alle forze demoniache che lo governano lo spazio che riserva loro una ortodossa lettura dei Vangeli e del magistero della Chiesa. Oggi al Quadrivium (ore 17), il salesiano, nell'ambito del corso di aggiornamento per insegnanti di religione, affronterà lo scottante problema del fascino, sempre inquietante e spesso fatale, che il mondo della magia, del paranormale e del demoniaco esercita sempre più spesso sui giovani in età scolare. Una età che sempre più si rivela vulnerabile a questo tipo di suggestioni. Con ogni probabilità, accanto al salesiano sarà presente uno psicologo, proprio per evidenziale quella border line, quella linea sottile e spesso trasparente che separa i fenomeni di ossessione da semplici fascinazioni psicologiche. La conferenza di Padre Capra, voluta e concordata con l'arcivescovo Bertone, avrà perciò lo scopo - ha concluso Don Sopranzi - di tracciare «linee e suggerimenti di comportamento» per gli insegnanti di religione «alla luce della psicologia del mondo giovanile». Si tratterà di un «momento di analisi nel quale verrà anche proposta la posizione della Chiesa sull'argomento».