I giovani leoni della nuova cucina italiana

Tre condizioni: essere giovani, almeno bravini (e desiderosi di imparare e di crescere) e avere una storia da raccontare. Le ha imposte il gruppo Acqua Panna - S.Pellegrino al momento di varare la sua nuova campagna pubblicitaria, nuova anche per il mezzo scelto per la sua diffusione: il web. Battezzata Lungo le nuove rotte del gusto, si prefigge di creare una comunità popolata all’inizio da una ventina di cuochi scelti attraverso casting in perfetto stile reality, con lo chef su un trespolo e davanti a lui una telecamera e un addetto alle domande.
Chi verrà scelto sarà protagonista di un filmato che avrà due paesaggi, uno interno e uno esterno perché il cuoco parlerà si muoverà, cucinerà e parlerà nella sua cucina, ma le immagini spazieranno anche nel territorio tutt’attorno il ristorante. Saranno video-racconti tra il cucinante e il sognante. Non avremo al centro i piatti e le ricette, bensì la vita e le passioni, le emozioni e i rapporti di ragazzi pieni di talento che hanno deciso di concentrarsi sulla cucina.
La serie per il web è stata ideata da Ogilvy Italia, direzione creativa di Roberto Greco e Roberta Rossi, ponendosi domande come “dove nascono le ispirazioni per un grande piatto?” piuttosto che “da dove arrivano le materie prime?”. Questo per arrivare a creare on-line una comunità di cuochi, giornalisti e appassionati capaci di interagire tra loro. Tutto partirà il 10 febbraio attraverso un sito temporaneo dall’indirizzo sanpellegrino.it/progettocommunity.
Mercoledì è stato presentato il primo spot. Protagonisti i fratelli Manuel e Christian Costardi dell’albergo, ristorante e risotteria Cinzia a Vercelli. Al primo casting hanno partecipato decine di cuochi (e anche qualche imbucato, tutto in allegria comunque), da Stefano Baiocco di Villa Feltrinelli a Gargnano sul Lago di Garda a Matteo Baronetto del Crecco di Milano, da Andrea Dotti del Momi di Como a Francesco Passalacqua del Pane e Acqua di Milano, stessa città per Giovanni Traversone e Marco Tronconi dell’Osteria del Nuovo Macello.