I giovani tennisti sognano di diventare i nuovi Nadal

Il trofeo Bonfiglio, internazionale under 18, fino a domenica sui campi del Tennis Milano

Sognano di diventare i nuovi Federer e Nadal, o Sharapova; sono i migliori under 18 del mondo che sui campi del T.C. Milano-Bonacossa in via Arimondi partecipano alla 48ª edizione del trofeo Bonfiglio che si concluderà domenica 27. È il più importante torneo giovanile d’Italia, uno dei sei tornei che con i 4 dello slam e l'Orange Bowl determinano la classifica mondiale juniores. Da Milano hanno cominciato la carriera, tra gli altri, Panatta, Lendl, Courier, Kafelnikov, Ivanisevic e vi hanno giocato anche Edberg, Becker, Roddick, Gonzalez e lo stesso Federer in due tentativi conclusi ai quarti di finale. Fra le ragazze si ricordano soprattutto Gabriela Sabatini, la valanga russa con Dementieva e Kournikova, la svizzera Martina Hingis, le italiane Silvia Farina e Francesca Schiavone.
Per i giovani tennisti di oggi Nadal è il grande punto di riferimento. Nell'attesa di conquistarsi un po' di gloria ed entrare nel grande circuito professionistico, per il momento si accontentano di imitarne gli atteggiamenti e soprattutto la vestizione, l'immancabile bandana, magliette e pantaloncini in un mix cromatico che fa inorridire i soci del «Milano», il più tradizionale club d'Italia dove si gioca rigorosamente in bianco.
Fra i maschi favorito il brasiliano Jonathan Romboli, numero 3 al mondo. E c’è curiosità per verificare i progressi del quindicenne Giacomo Miccini, che si allena in Florida. In tabellone gli azzurrini Matteo Trevisan (toscano, n. 12), Thomas Gabbiano e l'italo-peruviano Daniel Lopez. Hanno usufruito di wild card anche Emanuele Molina e Alessandro Bega che rappresentano il T.C. Milano, giocano in casa ma hanno un cammino molto difficile. Comunque una bella esperienza da sfruttare in futuro. La quindicenne russa Anastasia Pavlychenkova capeggia la classifica femminile, ha vinto in gennaio la categoria all'open d'Australia a Melbourne, esige il pronostico anche se ha scarsa abitudine al tennis su campi in terra. Il formidabile tennis femminile russo presenta anche Inastasi Pivarova (n. 4) e Ksenia Pervak (n. 9) che festeggerà i 16 anni durante il torneo. Hanno classifica molto inferiore la azzurrine, la migliore è Claudia Giovine (n. 63). Note positive potrebbero giungere da Camila Giorgi, quindicenne italo-argentina già presente lo scorso anno.
Ieri sono cominciate le qualificazioni, che oggi designeranno gli 8 giocatori e altrettante giocatrici che completeranno il tabellone, seguite da un buon pubblico grazie all’ingresso gratuito per l’intera manifestazione. La bella impresa di Filippo Volandri agl'Internazionali di Roma ha ridestato l'interesse per il nostro tennis, e dal Bonfiglio ci si attende un'altra spinta promozionale. Il torneo offre l'opportunità di scoprire i Nadal del futuro.