I giudici onorari confermano i nuovi scioperi

I magistrati onorari di tribunale confermano gli scioperi programmati per tutto l’anno, cinque al mese. Continuano dunque le proteste delle toghe onorarie che da mesi si battono per la stabilizzazione della categoria che ormai gestisce la maggior parte delle controversie civili di qualunque valore. La battaglia riguarda soprattutto la copertura previdenziale, tanto che i magistrati onorari di tribunale hanno deciso di istituire la settimana della previdenza per evidenziare la condizione precaria soprattutto delle donne che fanno questo mestiere e che in periodi di maternità non godono di alcun beneficio. Intanto, anche il direttivo della Federmot, la Federazione dei magistrati onorari di tribunale, è stato rinnovato. Dopo una votazione caratterizzata da un’affluenza superiore alle aspettative è arrivata la conferma per Paolo Valerio a presidente dell’associazione. La Federmot raccoglie oltre 2.000 toghe. Tra le loro competenze ci sono le esecuzioni immobiliari nel civile e i processi per truffa, furto, rapina, spaccio di stupefacenti, maltrattamenti in famiglia e altro ancora.