«Via i graffiti nei primi cento giorni»

Il candidato sindaco della Cdl Letizia Moratti dichiara guerra ai «writers»: nei primi 100 giorni di governo verranno ripuliti mille palazzi di Milano. Si tratta di circa 200mila metri quadrati di superficie imbrattata da graffiti, scritte e scarabocchi: cancellarli saranno necessarie 10 squadre dell'Amsa. «La pulizia è il primo biglietto da visita della Milano di domani. I milanesi considerano le strade e le piazze della Città come la loro casa, e la casa dev'essere pulita», ha detto la Moratti. La tolleranza zero contro i graffiti è in piena sintonia con la politica seguita dalla giunta Albertini, che aveva destinato 1 milione di euro a un’iniziativa simile che ha riguardato 1.200 palazzi. Il Comune di Milano inoltre istituirà un Nucleo Antigraffiti della Polizia urbana con compiti di indagine e vigilanza.
Proposta che trova pienamente d’accordo l’associazione nazionale Antigraffiti, nata due mesi fa ma già contattata via mail da centinaia di persone: «Non è difficile individuare i writers - sostiene il segretario e consigliere di Fi, Fabrizio De Pasquale -. Usano siti internet per organizzare veri e propri meeting.Ma serve una task-force di ghisa ad hoc».