I grandi interpreti del jazz raccontati dalle loro donne

Il mondo del jazz visto da un particolare punto di osservazione: quello femminile. Lover man, lo spettacolo in programma questa sera per la rassegna «I solisti del teatro» ai Giardini della Filarmonica (ore 21) racconta gli umori del jazz e gli stati d’animo dei suoi grandi interpreti. Charlie Parker, Bud Powell, Chet Baker, Lester Young, Thelonoius Monk, Bix Beiderbecke, uomini che in comune non hanno solo la musica ma anche un’esistenza profondamente tormentata. A parlarne però sono le donne che li hanno frequentati attraverso epoche e momenti diversi. Due attrici (Tiziana Foschi e Cinzia Villari) si misurano con madri, amanti, sorelle degli uomini che hanno reso grande la storia del jazz. Lover man è un umile omaggio da parte delle donne che lo hanno scritto, diretto e interpretato, all’universo jazz che non è mai morto e che riassume in sé non solo l’arte, ma anche tutto il dolore di coloro che ce lo hanno regalato e che continuano ad essere vivi, al di là delle trasformazioni artistiche, musicali e sociali.