I grandi vini raccontati da tre scrittori

Due libri non devono mancare nella libreria dell’amante dei buoni vini. Il primo lo ha scritto per Mondadori Enrico Bernardo, già sommelier campione del mondo, e il secondo, per Piemme, da Roberto Cipresso e Giovanni Negri, già autori (con Stefano Milioni) del Romanzo del vino.
Bernardo a Parigi è titolare di un wine restaurant, ilvinobyenricobernardo.com, dove il cliente ordina il vino, al bicchiere, e il piatto gli arriverà in abbinamento a sorpresa. Poi, tale la sua conoscenza della materia, degusta, creare cantine e scrive. In I migliori vini del Mediterraneo traccia «regione per regione, vitigno per vitigno la mappa del buon bere», qulcosa come 4000 vini esaminati di 13 Paesi diversi. È una guida ricca di informazioni utili, anche di nazioni che non ti aspetti come Algeria, Croazia e Cipro.
Cipresso e Negri invece firmano Vinosofia, «una dichiarazione d’amore in 38 bicchieri». È un «libro dedicato a quanti hanno compreso che si beve per ricordare, non per dimenticare. Ciò che rende unico il vino è la sua capacità di evocare, parlare, tradurre e narrare». Un volume che si legge una prima volta tutto di un fiato, poi lo si centellina sezione per sezione, dieci in tutto, bicchiere per bicchiere perché ogni racconto è dedicato un vino diverso, dal Tempranillo al Pinot nero, fino alle note conclusive.