I grillini contro i «matusa» Consigliere a rischio purga

Cinque Stelle, diecimila guai. E nel movimento di Beppe Grillo che ha come prima regola non scritta e come codice fondante il «ricambio» in politica e il divieto di doppio mandato, scoppia il primo caso di «matusa» da mandare a casa. Si tratta del consigliere regionale del Piemonte, e vicecapogruppo, Fabrizio Biolè (nella foto) che, secondo un altro iscritto al movimento di Collegno, Domenico Monardo, sarebbe al quarto mandato elettivo. «Due effettuati completamente, il terzo interrotto dopo un anno per la candidatura alle regionali». I grillini, inferociti, chiedono il rispetto del principio e le dimissioni di Biolè. Si annuncia un’estate bollente.