I GUAI DEI DEMOCRATICI

«Ognuno è libero di fare quello che vuole. Così Francesco Totti a «Quelli che il calcio» ha commentato la vicenda di Piero Marrazzo, ex presidente della Regione Lazio. «Ogni due mesi mi affibbiano una storia diversa - ha aggiunto il capitano della Roma -: un giorno dicono che sono gay, il giorno dopo che ho una nuova fidanzata. Ci manca solo che mi buttino in mezzo a una storia di trans. È vergognosa tutta questa storia. Ci vuole maggiore privacy. Ognuno è libero di fare quello che vuole, ma che esca una roba del genere è indegno». Se non fosse chiaro: «Se uno lo vuol fare - ha concluso Totti - sono solo affari suoi: giusto o sbagliato che sia, io so quello che faccio, ma so che rimane tra me e me».