I Keane al Rolling Stone Sabato maratona hip-hop

Luca Testoni

Oggi. Ospiti di «Rockfile Live», gli Africa Unite. Nome storico del reggae tricolore, presentano alla Salumeria della Musica il nuovo album «Contatti».
Domani. Cantare il reggae come mezzo per diffondere la parola di Dio. Per questo Matisyahu, nella top 10 di vendita negli States, ha deciso di mettere il suo talento a disposizione della fede ebraica ortodossa. Il trentenne della Pennsylvania è in concerto al Rainbow.
Giovedì. Show al Rolling Stone per i Keane. Melodia, romanticismo e tastiere a volontà: questa la ricetta del quotato trio pop britannico.
Venerdì. Assieme a Nirvana, Pearl Jam e Soundgarden, i Mudhoney hanno contribuito a trasformare il grunge di Seattle in fenomeno planetario. Si esibiscono al Rainbow sulla scia del nuovo album «Under a billion suns», un disco di puro garage-psichedelico. Supporter di giornata, i padovani Jennifer Gentle, la miglior band rock di casa nostra. Nato in Cile, ma cresciuto in Germania dove si è trasferito con la famiglia in tenera età per evitare la dittatura militare di Pinochet, il deejay Ricardo Villalobos, vero e proprio re della techno minimale, detterà le danze ai Magazzini Generali. Fuori città, al Jail di Legnano, i pop-rocker milanesi Deasonika, reduci dell'ultimo Festival di Sanremo.
Sabato. Maratona dedicata all'hip hop, al MazdaPalace di Lampugnano: rap, rime, beat a cura di Esa, Tormento, Rido, Colle der Fomento, Club Dogo, Cor Veleno, Bassi Maestro, Inoki, Dj Shocca, Onemic e, ospite internazionale, Redman. Formazione emergente del punk rock impegnato, gli americani Anti-Flag sono di scena al Transilvania Live. Con loro anche i connazionali Unseen e gli austriaci Red Lights Flash. Un pezzo di storia dello ska, i giamaicani Skatalites, sono infine al Nautilus di Cardano al Campo.