I ladri derubano i bimbi africani, non il Pd

Che il Pd non se la passi bene d’accordo, ma che addirittura i ladri pensino che i compagni siano messi peggio dei bambini dell’Africa e si impietosiscano davanti alla targa sulla porta, beh, la cosa suona quasi offensiva. Oppure offre ai carabinieri un bell’indizio su cui impostare le indagini. Perché la notizia che arriva da Pegli è quantomeno singolare. Nel registro delle notizie di reato finirà magari nel mucchio dei furti in appartamento o in esercizi pubblici. Ma nel verbale di sopralluogo qualche cosa di strano magari c’è.
I soliti ignoti hanno fatto razzia del denaro raccolto a favore di una iniziativa benefica destinata ai bambini dell’Africa e di alcune quote per adozioni a distanza di alcuni bambini, somme destinate a favore dell’associazione umanitaria Terre des Hommes. I ladri si sono arrampicati da un pluviale e poi, passando da un terrazzo di un’abitazione privata, hanno «ripulito» i locali della ex sede della Casa del Popolo di Pegli. Nella struttura trovano sede l’Associazione Danza3, l’Associazione Culturale Donne Insieme, il Circolo Arci Messina e il Partito Democratico. I ladri hanno aperto tutte le porte della varie associazioni, tranne quella del Partito Democratico e del locale adibito a palestra, soffermandosi poi nella segreteria dell’Associazione Culturale Donne Insieme dove hanno smurato una piccola cassaforte, portandosela via. All’interno della cassaforte era presente il denaro di oltre 300 quote associative e le somme benefiche. Quanto alla sede del Pd, o i ladri hanno pensato a quanti potevano essere i tesserati e le relative quote. Oppure proprio non se la son sentita di rubare lì dentro.