I ladri festeggiano il Natale in casa di Fabrizio Corona

Magro il bottino: portati via solo un anello e alcuni abiti (griffati)

E alla fine, per un motivo o per l’altro, riesce sempre a far parlare di se. Il bel Fabrizio Corona - titolare dell’agenzia fotografica «Corona’s» e coinvolto nei mesi scorsi nell’inchiesta giudiziaria su vizi e stravizi dei vip nota come «Vallettopoli» - appare quindi di nuovo sui giornali, ma stavolta (o forse sarebbe meglio dire «ancora una volta»?) la parte lesa è lui. Marito separato della statuaria modella Nina Moric e lasciata l’ormai arcinota abitazione dove abitava con la moglie e il figlioletto Carlos, infatti Corona, 33 anni, sta trasferendosi in un appartamento di uno stabile di via Carlo De Cristoforis, tra via Melchiorre Gioia e piazza XXV aprile. Un’abitazione in fondo poco lontana dalla precedente. E dove i ladri, approfittando della sua assenza per le feste di Natale, sono entrati e hanno fatto man bassa di quanto di più prezioso e appetibile hanno potuto trovare in un appartamento ancora in fase di allestimento.
Corona ha avvertito il 112 quando se n’è accorto, cioè la mattina di Santo Stefano, poco dopo le 12.30. Rientrando in città infatti ha trovato la porta della sua nuova casa sfondata (presumibilmente con una mazzetta da muratore) e così ha capito che qualcuno gli aveva «fatto visita».
In realtà i ladri gli hanno portato poco materiale: alcuni abiti griffati e un anello. Ma non c’è dubbio che sempre di furto si tratta e quindi Corona ha sporto denuncia.
In realtà il titolare dell’agenzia di fotografi nei giorni scorsi, togliendosi la sua corazza da duro, ha dichiarato di avere ben altro per la testa. Ha espresso, infatti, il timore che gli venga portato via ciò che di più prezioso possiede e che certo non si trovava nell’appartamento di via De Cristoforis visitato dai ladri: suo figlio. «Ho paura. Una sola paura. Temo che Nina si trasferisca in America e porti via Carlos».