I lavoratori autonomi temono il governo del centrosinistra

Tra un anno scarso ci saranno le elezioni politiche. Anche se lo dico con dispiacere, giornalmente la Casa delle libertà perde un pezzo e, malgrado l’unità che dimostra in Parlamento, le cose non vanno molto bene. Le classi di lavoro indipendente temono fortemente che se dovesse installarsi il centrosinistra sarebbero dolori fiscali a loro carico. Quello che più preoccupa sono la minaccia fiscale fatta dal centrosinistra e la gestione degli extracomunitari, ora invisi in massima parte ai cittadini che non credono più all’apporto di ricchezza. L’ultimo colpo di Mediaset sul calcio, inoltre, non è stato produttivo, anzi creerà problemi, poiché lo sport che conta sulla Rai, in pratica, è inesistente al giorno d’oggi.

Se si aggiungono la contestazione a Prodi ad opera dell’esercito per le sue dichiarazioni e l’allegra nuova gestione di spese e sprechi di molti governatori di Regioni del centrosinistra, le prospettive non sono rosee. Il centrodestra deve darsi da fare, altrimenti rischia di perdere le elezioni consegnando il Paese a gente che subentrerà senza alcun merito.