I legami pericolosi del Pd con l'islam radicale

Associazioni, collaborazioni e candidature: ecco l'atto di accusa E Parisi incalza Sala: «Questione grave. Deve dire parole chiare»

Rivelazioni, polemiche e imbarazzi su Pd e islam politico. Anche Stefano Parisi interviene e chiama in causa il sindaco: «Perché il sindaco Sala non dice parole chiare su questa vicenda? Lo sa che i milanesi sono in pericolo e lo è l'intera Europa? Lo sa che esiste un rischio globale che deve essere scongiurato a qualunque livello dell'azione amministrativa e politica?». Quello di Parisi è solo l'ultimo di una serie di interventi arrivati dal centrodestra fra ieri e mercoledì. Ha suscitato grande clamore, infatti, l'atto d'accusa che Matteo Forte e Maryan Ismail hanno dedicato al controverso rapporto fra l'ala ortodossa del mondo musulmano e il primo partito della maggioranza. Il segretario del Pd Pietro Bussolati ha reagito con forza. Ma Parisi ha ribattuto: «Fa male il vertice del Pd milanese a reagire in modo stizzito, minacciando le vie legali. Si tratta di una questione politica che richiederebbe una riflessione interna e senso di responsabilità».