I leoni del Recco domano la Leonessa

Indagini su altre gare riaccendono un lumicino di speranza. Soda: «Nel congedo voglio una vittoria»

La Pro Recco è Campione d'Italia per la ventiduesima volta. Battuta la Leonessa Brixia in gara «3» con un secco 10-5 (3-1, 2-2, 2-1, 3-1).
Serata d'altri tempi a Recco: piscina strapiena (più di millecinquecento persone sugli spalti), scogli dove non ci stava più un paio di zoccoli. La Pro Recco, la signora della pallanuoto italiana, decisa a chiudere la stagione davanti a questo stupendo scenario. Per regalare la gioia del secondo grande Slam, con la la vittoria del ventiduesimo titolo.
La gara tutt'avanti della Pro si materializza già dalle primissime battute: l'uno - due firmato da Vania Udovicic è di quelli che tagliano le gambe, che non permettono di capire più come fare a raddrizzare la partita.
Così è: il Brixia non riuscirà più a pareggiare, soffocata dalle folate biancocelesti, invischiata da un gioco che non l'ha lasciata praticamente respirare. E standing ovation straordinaria a Vlado Vujasinovic, che lascia dopo sette anni il club. Così la gara scorre con questo «andazzo», con un pubblico straordinario che non ha mai smesso d'incitare i propri beniamini.
Alla sirena finale il classico bagno collettivo: come non rinunciarvi? I campioni saranno festeggiati ufficialmente venerdì a Recco sul Lungomare: alle 19 ci sarà tutto il mondo sportivo ligure per il trionfo dei rechellini.