I lettori del Giornale.it commentano il caso Mastella

Mastella, la moglie, esponenti dell'Udeur indagati e agli arresti: un terremoto politico culminato con le dimissioni del ministro della Giustizia. Ecco cosa ne pensano i lettori del Giornale.it

E Prodi disse: nulla è cambiato... Si rimane perplessi ad ascoltare le parole pronunciate ieri, a Montecitorio e poi a Palazzo Madama, dal presidente del Consiglio. Per almeno quattro ordini di ragioni. Innanzitutto si fatica a comprendere come il Capo del Governo possa, sostanzialmente, dichiarare che nulla è cambiato rispetto al giorno prima, nei rapporti tra le forze di maggioranza, quando un partito, i Popolari-Udeur, hanno annunciato che, da ieri, modificano il loro modo di rapportarsi con l' Esecutivo: perchè questo è l' appoggio esterno ( seppur forzato ). In secondo luogo, appare allucinante che l' on. Prodi assuma l' interim del Ministero della Giustizia, promettendosi di attendere il ritorno di Mastella: non tanto perchè ciò sia tecnicamente impossibile, quanto poichè politicamente non si capisce come, dopo le accuse mosse dall' ex ministro e le reazioni di Csm e Anm, il leader dell' Udeur possa tornare al suo posto (cosa che è lecito dubitare egli desideri, tra l'altro). In terzo luogo il presidente del Consiglio evita di rendersi conto di trovarsi in una situazione delicata e particolarmente grave: il suo Governo assiste al pattume napoletano, al conflitto tra magistrati e politica, alle morti bianche che si susseguono a ritmo incessante, ai conflitti tra le forze della sua maggioranza in tema di legge elettorale ( in settimana c' è stata una rottura, come hanno ammesso vari esponenti della coalizione )... senza reagire, senza che il leader del centrosinistra si esprima incisivamente. Infine, non si comprende nemmeno come l' on. Prodi si sia dimenticato che la sua maggioranza è solo virtuale: dopo l' approvazione di una legge Finanziaria tanto forzata quanto indigesta - come si è dimostrata essere l' approvazione della Manovra di dicembre, con due senatori che sostanzialmente si sono dichiarati esplicitamente esterni alla maggioranza (Domenico Fisichella e Franco Turigliatto), un premier serio dovrebbe cogliere al volo l' occasione di uscire di scena dignitosamente. Evidentemente ciò non corrisponde al pensiero dell' on. Prodi.
Nicolò Scarpellini

Giustizia, tutto da rifare Se la legge è uguale per tutti perché scandalizzarsi solo quando è implicato uno della “casta”? Tutti i giorni i normali cittadini hanno a che fare con una giustizia che rovina famiglie e sconquassa la vita a persone innocenti fino a prova contraria senza che nessuno si alzi a protestare. Penso che o si rivoluziona totalmente il sistema giudiziario o, prima o poi, sarà il popolo a ribellarsi a cotanta arroganza.
Maurizio Rossi  

Caro Napolitano, non aspettiamo Caro Presidente Napolitano ora abbiamo superato un limite, le cronache di questi giorni ci lasciano deteriorando, Lei ha senza ombra di dubbio, dignità morale e non credo che non sente dispiacere e interesse a salvaguardare questo paese, l’immagine che ci tocca nel mondo è raccapricciante, a sfavore delle difficoltose congiunture internazionali che ha già l’Italia, a sfavore del sistema societario che stiamo vivendo giorno per giorno. Oggi è gia tardi, non aspettiamo le sorti, occorre iniziativa, sempre con il rispetto delle proprie competenze.
S. Serra

Mastella resti con i suoi Bisogna prendere nota che il clan Mastella ha saputo utilizzare le zone grigie della politica che sono regolate soltanto dall’ etica e dalla morale per poter diventare la persona più influente del paese, perché ad oggi il messaggio è chiaro, o la sinistra si schiera a sua difesa o li manda tutti a casa. Semplice e lineare. Ma a questo punto tanto meglio che continui a governare Prodi e che il Ceppalonico stia con la sua gente, piuttosto che piegare il nascituro Popolo delle Libertà a logiche odiate e invise da tante persone per bene. Mastella è una persona dalla quale si può imparare tanto, studiamolo ma trattiamolo come una cavia. Niente di più.
Tullio Iaria - presidente comitato esecutivo Cicoli della Libertà Reggio Calabri

Raccomandazioni Si sta assistendo all'ignobile tentativo di equiparare una benevola raccomandazione per due attrici fatta in forma confidenziale ad un vecchio amico senza nessuna coercizione alle pressioni di un partito e dei suoi dirigenti che hanno contribuito a portare la Campania ad essere la vergogna d'Europa. Non ho parole, mi vergogno del mio paese.
Maria lena

Da Mastella a Prodi Bene ha fatto Mastella a confermare le dimissioni! Mi chiedo, non c’e’ conflitto nella delega a Prodi ? In precedente Prodi non era stato indagato insieme a D’Alema da quei giudici che sono sotto inchiesta?
Van der Slot

Prodi via? Speriamo Spero sia la volta buona che vadano subito a casa questi pseudo-governanti.
a.a.

Ma è impazzito? Ma come si permette quest'uomo di minacciare la cosiddetta maggioranza che se non vota la totale condivisione, lui non voterà più con Prodi; ma non è già uscito dal governo? Ma che accidenti vuole, il tappeto rosso con gli altri deputati che gli lanciano petali di rose ai lati per rientrare nel governo? Un mezz'uomo così che si permette anche di dileggiare un giudice gli proibirei una qualsiasi carica in politica, in regione, in comune per il resto della sua vita. E innanzitutto … Prodi a casa, lui e tutti quelli della sinistra massimalista che stanno lì solo per arrivare alla pensione da parlamentare sfasciando tutta l'Italia. A proposito di Prodi: non aveva detto che gli bastavano 24 ore per mettere in ordine tutto il pattume che c'è a Napoli? E poi una stoccatina anche a Giuliano Amato: lui stesso disse tempo fa ( 5/6 anni non mi ricordo ) che non si sarebbe piùà ripresentato a fare il politico, ed infatti " parola torna indietro" e come lui anche il Veltroni con Fabio Fazio disse che terminato il mandato da sindaco si sarebbe ritirato dalla politica, ed infatti PD.
Andrea.

Che torni Berlusconi Mi auguro vivamente che Mastella vada via, che il Governo cada e che Berlusconi ritorni al suo posto: presidente del Consiglio. Abbiamo urgentemente bisogno di una persona ed un partito che sappiano guidare l'Italia. Persona e partito che sappiano come riprendere le redini di questo carro scassato trainato da un cavallo zoppo che é il nostro paese, il quale tende troppo a sinistra; chi meglio di Berlusconi e Forza Italia lo puó fare? Nessuno.
Nonno Michelino

Mastella "ingenuo" Premesso che, dalle intercettazioni, l'On Mastella appare molto meno peggio di quello che si poteva immaginare, visto che lo hanno intercettato per mesi e sono venute fuori solo cose che tutti i politici, purtroppo, fanno giornalmente, vorrei però segnalare l'incredibile impreparazione dei politici di oggi. Possibile che un uomo come Mastella che fa politica da anni non abbia ancora compreso il modo di comportarsi e di concepire la conquista e il mantenimento del potere secondo la sinistra italiana? Possibile che un uomo come l'ex Guardasigilli non sa che la sinistra italiana ha la stessa concezione del potere, della conquista e del mantenimento dello stesso teorizzato da quel grande genio di Antonio Gramsci? Come poteva pensare che la sinistra avrebbe permesso a lui e alla sua famiglia di intaccare il potere degli ex, neo e post comunisti campani? Come si fa ad essere così ingenui nel 2007? Forse è meglio che uomini come Mastella stiamo a casa. Per il bene della nazione. Chi non sa che la sinistra da almeno settant'anni ha fatto proprio il concetto dell'egemonia gramsciana, deve darsi ad altre occupazioni.
Davide Bruni

Mafia, pizza e immondizia Siamo finalmente riusciti a scrollarci di dosso una parte del vecchio stereotipo "Italiani: mafia, pizza e mandolino". Finalmente il mandolino se n'andato: "Italiani: mafia, pizza e immondizia"
e-mail

Minipartito, 3 senatori e un ricatto Questa è la dimostrazione di come un piccolo partito che conta 3 senatori possa in qualsiasi momento far cadere il governo, ricattandolo spudoratamente (a torto o a ragione) di schierasi a sostegno delle proprie tesi, oppure crisi e a casa. La cosa ci deve far riflettere sulla questione della legge elettorale. Tale legge deve garantire governabilità, cosa che la frammentazione in tanti piccoli partiti non consentirà mai. Mi auguro si trovi un’ accordo elettorale che permetta a chi vince le elezioni di poter governare senza essere ricattato da una fazione piuttosto che dall’ altra. Secondo me la svolta epocale sarebbe il vassallum, andrà anche a discapito dei piccoli partiti, non dimentichiamoci però che solo in Italia esistono più di 30 partiti, che hanno l’ obbligo di scomparire se non raggiungono almeno la soglia minima 5%. Per quanto riguarda il buon Mastella, mi spiace umanamente per lui e mi auguro risulti innocente, quello però che emerge da questa vicenda è di come la magistratura abbia più potere del governo, e sinceramente la cosa fa paura anche a me da semplice cittadino. Speriamo inoltre che questo governo cadi, non ne possiamo più, ho una sorella che fa l’ avvocato in Germania e ci vive da 20 anni, telefonandomi mi ha detto che da un’ anno e mezzo a questa parte stiamo diventando lo zimbello d’ Europa, e con lo scandalo rifiuti più la querelle Mastella abbiamo messo la ciliegina sulla torta della credibilità italiana nel mondo. Caro Prodi, dimettiti. Per dignità (cosa che ormai credo lei non abbia più) ma soprattutto per il bene della nostra patria, non ci faccia più vergognare di essere italiani.
Guido Bignamini - Milano

Prodi aspetta... ma sa quel che fa? Mi chiedo come si permetta Prodi di prendere l'interim dicendo che aspetta il buon Mastella? Ha letto le intercettazioni? Il modo in cui si capisce chiaramente come si "segnalavano" gli esponenti da posizionare nelle varie cariche? Quelli sono ordini non segnalazioni! "Se non metti quel'uomo lì ti tolgo i finanziamenti" che cos'è? Una segnalazione? Commissionare un Ente per poterlo gestire che cos'è? Il giusto modo di fare politica? Gestire i primari ospedalieri con logiche unicamente politiche e non meritocratiche è ciò che i cittadini chiedono alla politica? Prodi si rende conto di ciò che sta facendo? Che la magistratura vada riformata è cosa giusta e necessaria, abbiamo votato un referendum che è stato pienamente disatteso ed i giudici che sbagliano vengono al massimo trasferiti e non radiati, e parlo di situazion eclatanti come la giudice in malattia-barca a vela, non parlo di giudici che sbagliano e mandano in galera o ai domiciliari qualcuno che poi si scoprirà innocente. Ciò detto però, le parole di Mastella sono inaccettabili, un ministro di giustizia non può assolutamente pronunciarle poichè suonano vagamente eversive. E Prodi, tornando a bomba, non può pensare che tutti gli italiani abbiano l'anello al naso. Avrebbe dovuto essere molto più cauto nella valutazione di ciò che è accaduto, invece per tre senatori udeur si è per l'ennesima volta coperto di ridicolo. Si vergogni, la storia ricorderà questo governo come uno dei più scellerati.
Asia - Sassari

Caro Napolitano... Argomentazioni tutte valide quelle riportate dalla gente esasperata da una situazione politica e sociale che non ha precedenti in questo paese. Indulto, tasse, rifiuti, Guardia di Finanza, caso Telecom, parlamentari di governo indagati, leggi passate grazie al voto decisivo di senatori (a vite) non eletti, scalate alle banche, cooperative, finte liberalizzazioni, debito pubblico, il Papa cui viene tappata la bocca. Ci siamo capiti, è inutile dilungarsi in un elenco di situazioni che questo governo in meno di due anni ha fatto dell'Italia lo zimbello dell'Europa. In questo caso, però, permettetemi di fare una nota di biasimo al nostro Presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano. Eminentissimo Presidente, Lei ha avuto la possibilità di risparmiare al nostro amato Paese tutto questo scempio. Quando un anno fa si verificò la crisi di governo e il Presidente del Consiglio rassegnò le sue dimissioni, Lei compì un gesto di compassione e rimandò il governo alle camere per la verifica di una maggioranza che sapeva sarebbe stata tale e quale, se non peggiore, a quella che non ha aveva votato la fiducia al governo che sosteneva su una questione importante e delicata come la politica estera del nostro Paese. Caro Presidente, si rende almeno conto di quante brutte figure ci avrebbe risparmiato se ci avesse dato la possibilità di tornare alle urne?
Antonio Francesco Gravina

Corpo estraneo Per la nomina del presidente del Senato siamo andati avanti per giorni a causa, si dice, dei desideri dell'Udeur (leggi Mastella). Se il fatto, come sembra, è vero di cosa si lamenta Mastella? Ha sempre fatto la figura, o gli hanno fatto fare, dell'opportunista. E' rimasto nell'occhio del ciclone e quindi è stato espulso dal ciclone come un corpo estraneo. Il punto è che nel ciclone di questa nostra Italia c'è un corpo estraneo, il governo Prodi che non è ancora possibile espellere. A qundo la guarigione, o almeno la convalescenza, per la nostra amata Italia?
c. b.

Ma Di Pietro vuole più potere Lasciare il potere è dura (Mastella), ma cè chi ne vuole di più (di Pietro) con tutto quello che sà di scheletri negli armadi altrui, tutti zitti.
roby

Prodi salga sul Colle... La domanda esce spontanea: ma se Mastella è uscito dal governo per dare appoggio esterno, non dovrebbe il mortadella salire al colle e rassegnare le dimissioni visto che nel governo manca la coesione? O forse sbaglio qualcosa? Andrea.

Si torni alle urne Formulo un augurio per il bene del Paese: che l'interim di Prodi alla Giustizia sia breve, brevissimo non perchè torna Mastella ma perchè finalmente si torna alle urne!
Elisabetta Becker

E' stato già detto tutto Tutto lo si sapeva o lo si intuiva già da tempo, ed era evidenziato da comportamenti piccoli e grandi verificatisi soprattutto in questi ultimi anni. Contro le malattie bisognerebbe agire di prevenzione o per lo meno curarle quando sia ancora possibile farlo: certe situazioni politiche sono giunte ormai ad uno stadio terminale; oggi si può ricorrere solo più ad una terapia del dolore, ma l'esito è ormai scontato. Mi dispiace per questa nostra Italia che viene quotidianamente offesa e snaturata. Troppi Italiani invece hanno meritato e voluto situazioni del genere, in preda a deliri maniacali ed egoismi personali che stanno facendo crollare un ecosistema che travolgerà tutti, anche loro. Se i partiti più rappresentativi non fanno una buona pulizia interna ed esterna, fra un po' partiranno i primi Sos e poi potrebbe valere tutto. Occorre rivedere la forbice economica e ridurre il numero dei troppo pagati fancazzisti pubblici, tornare alla vera produttività: meno burocrati e più lavoro vero, meno fisco e più investimenti sani, meno immagine e più servizi. Il caso Mastella non è nulla: è come se un condannato a morte si preoccupasse delle scarpe da lucidare.
Cesare Pisano

Sfascio irrecuperabile Mi sembra di ricordare che Robespierre morì ghigliottinato.... Chi è causa del suo mal pianga se stesso! Il grosso problema che così in basso non siamo mai stati. La sensazione è di uno sfascio irrecuperabile e se la storia insegna... Dio non lo voglia.
f. a . c.

Mastella? No grazie Mastella con Berlusconi proprio NO!
b. l.

Soluzione Di Pietro ministro della Giustizia. Ecco la soluzione
Segior Appiani

La sceneggiata di Mastella&Prodi Ieri ho ascoltato il patetico susseguirsi di sproloqui alla Camera, seguiti al discorso di alto profilo del Presidente Prodi! E questo, dopo aver ascoltato la conferenza stampa del ex ministro Mastella, conferenza nella quale, il signore in questione, precisava per più volte, che, avendo dato le dimissioni, bontà sua, il suo appoggio al Governo, diveniva esterno: come dire - se non c'è rappresentanza mia o di altri miei al mio posto, ciao ciao! E Prodi !? in risposta a cotanto soggetto risponde alla Camera - Ti aspettiamo, siamo qui ad interim e ti aspettiamo, carissimo, con tutto il nostro affetto!!!- E l'Italia e gli Italiani? Possono affogare nella monnezza, possono non arrivare a fine mese, possono non riuscire a pagare il mutuo, possono non trovare lavoro, possono crepare in ospedale per un qualsivoglia errore, o aspettare mesi, se non anni per un esame medico! Ma alla Camera, (udite, udite) l'imperativo dei signori della sinistra, è l'approvazione rapidissimna della legge Gentiloni, del conflitto di interessi! Come se a questa poverissima Nazione importasse qualche cosa di questo, e non piuttosto come ritrovare dignità, libertà, lavoro, sicurezza, serenità, speranze per i figli, per un futuro dove ognuno possa, in piena autonomia decidere per la propria vita.
Maria Luisa Smeraldo

Il lamento di Mastella Il sig. Mastella si lamenta: vuoi vedere che fra tutti i politici, che fanno tutti quello che ho fatto (e che farò –ndr) io, proprio contro di me i magistrati indirizzano i loro strali? Vuol dire che ci deve essere una ben precisa ragione di carattere non giuridico ma politico. Il lamento è umanamente comprensibile ma sul piano morale il Mastella si dovrebbe dimettere non solo da ministro, ma da parlamentare! E così dovrebbe dimettersi tutta quella pletora di ministri e di parlamentari che portano la pagnotta (e anche il companatico) a casa, che non saprebbero come diversamente sbarcare il lunario; siamo arrivati ad un punto di degrado politico che dovrebbe indurre costoro, se avessero un minimo di dignità, a togliersi dai piedi, ma evidentemente siamo governati e rappresentati da personaggi privi di qualsiasi dignità, primo fra tutti quell’omettino buffo e miserevole che risponde al nome di Prodi.
Mariano

Che bel governuccio... Povera,povera, povera Italia "nave senza nocchiero in gran tempesta... non madre di provincia ma bordello". C'è da aver paura: Il Presidente del consiglio non intende scollarsi dal trono,Bassolino non intende scollarsi dal trono, Mastella ha dovuto scollarsi per un certa cosidetta dignita'. Quando il Presidente Berlusconi voleva far fare bella figura a Napoli, una certa monnezza si è scaricata addosso a lui e di conseguenza addosso a questa povera Italia. Quando ci libereremo da certi politici che vanno blaterando "serietà" mentre sono dei pagliacci? Quando ci libereremo da certi giudici che quando attaccano Berlusconi sono garanti di giustizia e quando attaccano qulcuno delle loro maesta', sono iniqui? Comunque Dio ci guardi da certi magistrati. Quando il potere giudiziario dello Stato è nelle mani di giudici politicizzati, nessuno è più sicuro di avere giustizia. Ma la storia insegna... la testa del cittadino Capeto è caduta , ma è caduta anche quella di Robespierre. Che bel governuccio che hanno votato gli italiani.
b. o.

Ogni giorno sempre peggio! Ma come fanno i cittadini ad avere fiducia se tutti i giorni sono costretti a vedere e sentire tutte queste scoraggianti notizie? Da quando c'è Prodi sono capitate solo cose negative! Basta la gente si è stufata di un governo che non fa niente e resiste solo per le poltrone... altro che duro perchè faccio come aveva detto Prodi? Ma cosa fa? Nessuno saprebbe rispondere a questa domanda! Basta, bisogna prendere misure drastiche ed efficaci per rilanciare questo Paese. E basta dare spazio ai facinorosi, ignoranti come è successo all'università! E chi è responsabili di grandi disastri come quello della Campania venga punito. La gente vuole questo! E invece se ne stanno lì a fare finta di niente.. ma non si vergognano? Non hanno moralità!
Daniela

Almeno di è dimesso Mastella ha dalla sua se non altro il fatto di essersi dimesso, altri non lo hanno fatto. Questo puo' derivare pero' anche dal fatto che potrebbero uscire cose ben più gravi... ma è inutile polemizzare. Il fatto certo è che Mastella rimarca sfacciatamente una politica fatta di compromessi e sudditanza, classica del sud Italia, una politica che la CDL deve allontanare da se se vuole governare. Inoltre, fino a che i tribunali non si esprimeranno, Mastella sarà si innocente... ma indagato. Perchè dovrei votare un indagato? Perchè fidarsi? E se poi è colpevole? E' giusto che per guadagnare un pogno di voti si debba arruolare tra le file un partito politico basato sul feudalesimo? Io piuttosto resterei all'opposizione!
Ennio Soresi

Grazie Silvio... Era ora che succedesse qualcosa. Grazie a Berlusconi ora è successa: eravamo come soffocati, ora vediamo uno spiraglio di luce.
Elio

Ci portano alla rovina Nessun Governo e uomini politici che io ricordo, che sono stati cosi maldestri e attaccati alle poltrone del poter come questi uomini (se cosi si possono definire) stanno portando l'Italia e gli Italiani alla rovina totale. L'Uunione sovietica ci insegna che questi della sinistra pensano soltanto a tassare il popolo inerme. Spero che al piu presto vanno tutti a casa e che ci siano nuove elezioni politiche, e che dopo due legislature arriverà gente nuova.
Leonardo

Prodi a casa? Forse è la volta buona che Prodi va a casa!
Augusto Fossati

Giusto dimettersi Clemente Mastella lascia la poltrona di ministro della Giustizia, non aveva scelta: indagato lui, ai domiciliari la moglie, mezzo partito (Udeur) sotto inchiesta... Come poteva restare "ministro dei giudici"? A tutto c'è un limite. Ma il problema è un altro: come fa Prodi ad andare avanti con una maggioranza così? La decenza (politica) gli imporrebbe un gesto da statista: andare a casa.
a. t.

Cosa ha fatto di male? Cosa avrebbe fatto di male il ministro Clemente Mastella? Si è dimesso, cosa deve fare di più? Ora la magistratura faccia il proprio lavoro e, per favore, non siate forcaioli. Antonio Picio - Milano

Sperem... Se il partito di Mastella esce dal governo, forse è la volta buona che Prodi & co. se ne vanno! Sperem …
b.c. - Pesaro

Ma quale superiorità morale! Clemente Mastella non mi piace, come tante altre cose di questo governicchio. Non mi è piaciuto nemmeno il suo discorso sulla magistratura, ma ho apprezzato le doverose dimissioni, che spero confermerà. Mi ha colpito una frase... adesso lui ha paura ... allora noi semplici cittadini cosa dobbiamo avere? Panico? Il ministro della Giustizia ha paura della magistratura? allora ha ragione chi denunciava una presunta dittatura? Prima era "solo" Berlusconi a dirlo.... ma adesso è un ministro di sinistra.... La cosa che per me è inaccettabile sono la maggior parte dei commenti e attestati di solidarietà espressi da una larga fetta di parlamentari e personaggi di spicco. Non mi piace nemmeno molto Silvio Berlusconi, ma adesso comincio a credere che abbia ragione da vendere. Mastella ha detto ieri quello che Breluconi va dicendo da anni. Però ... però la sinistra ha da sempre ostentato, sbandierato, acclamato, la sua "superiorità morale" ... ma dov'erano quando la magistratura consegnava avvisi di garanzia al presidente del Consiglio Berlusconi a Napoli mentre era in corso il vertice sulla sicurezza? La figuraccia internazionale che abbiamo fatto allora è forse diversa da quella che facciamo adesso? Probabilmente sì, perché la " superiorità morale" la fa sembrare ancora più brutta. Guarda caso c'è di mezzo Napoli (monnezza) e il Governo. Mi spiace solo per i Napoletani che non meritano ulteriori umiliazioni, e nemmeno gli Italiani. Aspetto di vedere come la "superiorità morale" della sinistra "sistemerà" la questione, ma nel frattempo inizio ad avere paura anch'io... viviamo in una dittatura e non lo sapevamo?
Piero Ferin

Caro ministro le sono vicino ma... Caro ministro, Le sono vicino: non come elettore, non come credo politico, ma perché non credo ai sistemi della legge, così come sono applicati. Però, mi scusi, se ne accorge solo adesso, che toccano Lei? E i Suoi illustri predecessori? Aldo De Luca - Milano

La magistratura si sostituisce alla politica Ennesima riprova che settori della magistratura cercano di sostituirsi al potere politico. A parte le valutazioni sulle ancora parziali prove di accusa (comunque a prima vista davvero ridicole: chi in vita sua non ha cercato di imporre il proprio peso negoziale nel proprio campo di influenza? E' reato farsi valere?), mi viene da dire: chi di spada ferisce, di spada perisce. Quando la magistratura si orientava - a sua discrezione, poverini: tanto lavoro, quindi bisogna scegliere dove indirizzare i propri sforzi - verso Berlusconi e tutto ciò che vi ruotava intorno, le sinistre lasciavano fare. Berlusconi sbagliava pensando che i magistrati fossero legati alla sinistra: sono di sinistra, ma puntano al loro successo personale, come tanti narciso specchiati nel loro mondo dorato (lo stesso del GIP di Vicenza, che veleggiava leggera in licenza di convalescenza. Saltava a decametri le onde con la lombosciatalgia). Adesso hanno capito che il fuoco non scotta solo i cattivi, ma tutti quelli che pensavano fosse loro amico. E chi non ha un pur piccolo tallone d'achille scagli la prima pietra.
Giorgio - Milano

Mastella ma non solo Qualcuno a sinistra si è accorto che alcuni magistrati sono politicizzati... e che colpiscono secondo logiche politiche. Erureka... dovremmo gridare! invece no!cari amici, è solo un altro becero tentativo di rimanere ancorati alle poltrone. La misura credo sia più che colma, le tasse che aumentano e il debito pubblico che sale, l'immondizia a Napoli, la figuraccia barbina con il Santo Padre (casualmente dopo che aveva rilevato che Roma fa un pochino schifo) e tutto condito dall'immobilismo.
Francesco

Dimissioni? Era il minimo L’indignazione piu’ grande nasce dalla solidarietà espressa dai vari politici ? Ma solidarietà di che cosa? E' il ministro della giustizia, è il segretario di un partito di maggioranza, è sindaco di Ceppaloni e la moglie presidente del consiglio regionale della Campania. Praticamente un monopolio. Al momento, in attesa che la magistratura faccia il suo corso, che altro doveva accadere? Non sembra la conseguenza piu’ logica che se il ministro della giustizia è indagato e ha la moglie ai domiciliari si dimetta ? A me sembra il minimo ma forse solo io la penso così.
Francesco Ridolfi

Smemorati di sinistra Come mai quando venne inquisito Berlusconi nessun deputato o senatore dell'altra parte gli diede appoggio e adesso al Mastella tutti, anche i deputati del centro-destra, levano scudi e lo incitano a restare fermo al proprio posto? Cos'è Berlusconi, un politico di serie B?
Andrea

E un pm che si occupi di rifiuti? Se per quello che ha detto la signora Mastella è stato creato questo "disboscamento" nell'Udc, mi domando come mai un pm non fa un'intercettazione per l'immondizia? Rompiamo le scatole al Papa e dedichiamo un'aula al senato a uno che tira gli estintori allo stato... siamo ridicoli
Flavio

Ora può cambiare campo Beh, almeno adesso ha una scusa per defilarsi dall'Unione e aderire alla destra (come ha sempre lasciato intuire). Quindi accoglietelo a braccia aperte e tenetevelo voi.... Auguri!
g. s.

Visco e Bassolino facciano come lui Giusto dimettersi, ma dovrebbe farlo anche Visco per il caso Speciale e le inquisizioni a suo carico. Come dovrebbe farlo anche Bassolino.
Leonardo

Finalmente... Sono uscito per andare al lavoro, lungo la strada ho incrociato alcune macchine che sventolavano il Tricolore come quando l'Italia ha vinto i mondiali. Almeno per oggi è aria di festa
Beppe - Vicenza

Metodi comunisti Ancora una volta i comunisti usano la magistratura per "indirizzare" le scelte della politica. Dini voleva far cadere il governo? Avviso di garanzia alla moglie Mastella appoggia il dialogo Veltroni-Berlusconi? Arrestano la moglie e mezza Udeur. Il Santo Padre commenta i disagi di Roma e Napoli? Vietato parlare alla Sapienza.
u. c.

Prima di votarli, meditate Prima il caos rifiuti,ora il caos sanita',non c'e' dubbio,in Campania tutti i nodi della "sinistra"gestione e del "sinistro" Governo regionale stanno venendo al pettine, e si vanno estendendo altresi' al Governo nazionale, con le dimissioni di Mastella e l'eventuale appoggio esterno dell'Udeur al Governo. Spero solo che la gente, alla prossima tornata elettorale si ricordi di questi "sinistri" personaggi che l'hanno amministrata e governata. Meditate, gente, meditate!
Fabio

Sulla magistratura sbaglia Dovuto, le dimissioni di Mastella erano un atto dovuto, dopo il terremoto subito dal suo partito e da lui direttamente. Solo, nell'adempiere a certi doveri di forma, Mastella deve far il possibile per non cadere nel ridicolo. Non può affermare di credere nella magistratura italiana e poi dire che bisogna ben guardarsi da certi GIP o che nel nostro sistema i procuratori possono abbattere un governo se lo vogliono. E come può allora il cittadino fare i distinguo e fidarsi della magistratura? Mi auguro che le dimissioni del ministro della Giustizia facilitino l'altro atto dovuto, la caduta del governo Prodi. Non sarà facile, perché lui incurante della dignità e del decoro vorrebbe tirare avanti comunque. Bisogna quindi indurlo, obbligarlo e così completare l'opera e cercare di scrivere una nuova pagina della storia italiana.
l. s. c.

Ma resta il nodo Prodi Si sa ancora poco; il siparietto del procuratore di Santa Maria Capua Vetere (in particolare il fuori-onda mandato ieri sera a Matrix) è quanto meno strano. Da quanto ho capito (conosco i Campani ed il colore del loro lessico: “uomo morto” significa anche “non voglio più avere a che fare con lui”) siamo nel campo della discrezionalità (magari troppo forte) della politica. Le dimissioni di Mastella erano/restano un atto dovuto. E’ il caso che le cose facciano il loro corso. Inviterei gli amici a non distogliere l’attenzione sul problema “rifiuti” e darsi da fare affinché sia data soluzione e giustizia... Le probabilità che Prodi e Bassolino vadano presto a casa sono elevate ma non assolute! I tumori possono essere curati e sconfitti, ma tocca essere vigili e darsi da fare. Vedrei bene una grossa/silenziosa manifestazione “bipartisan”, a Napoli, dove la gente comune (anche gli elettori di sinistra) facciano capire a Mortadella e ai suoi amici che devono fare le valige…
dr. Daniele De Dominicis

E l'intoccabile Bassolino? Mastella ha fatto bene a dimettersi. Adesso attendiamo le dimissioni di Bassolino per la “munnizza” in Campania. Ma stò Bassolino è davvero cosi potente che non si può “toccare”. Se una persona corrompe un politico sia il corrotto che il corruttore vengono indagati dalla magistratura; Mastella, accusato anche di concussione al governatore campano, ha ottenuto la nomina del suo uomo … quindi non capisco perchè Bassolino è rimasto fuori anche da questa inchiesta
Carmelo Di Francesco

Neanche un dubbio? Sacrosante sono le lamentele di Mastella e di chi come sua moglie è venuto a conoscenza dei provvedimenti a loro carico attraverso la stampa prima di averne l'ufficiale comunicazione, già tanti altri hanno avuto lo stesso indegno trattamento; ma dopo di ciò mi pongo una domanda: in base a quali elementi e documentazioni tutti, sia maggioranza che opposizione, non appena si è saputo di quanto stava accadendo sono stati solidali con Mastella; a nessuno è venuto il dubbio che le accuse siano fondate?
t. p.

C'è un pm in Toscana? Scandalo a Benevento! Un partito di governo chiede che sia nominato alla USL un suo uomo. Domanda, piccina piccina: ma un pm come quello in Toscana non c'è? Da noi ogni cosa non si muove se il Pd non lo vuole... come la chiamate questa?
C. Marcelli

Mastella e la tragedia campana Quanto sembra emerge alle intercettazioni rese disponibili, sembra poter confermare la tesi largamente diffusa e condivisa da molti secondo la quale in qualsiasi paese "normale" del mondo occidentale (di diritto e quindi non totalitario) elementi come Mastella e Bassolino non potrebbero ricoprire cariche pubbliche e che anzi probabilmente sarebbero soggetti a provvedimenti restrittivi. Devo comunque riconoscere che Mastella ha sempre manifestato una certa onestà intellettuale che ritengo degna di grande rispetto: ha più volte detto anche in televisione che lui si è alleato con Prodi perchè Berlusconi lo faceva mangiare in cucina. Una motivazione comprensibilissima trattandosi di un sopravvissuto alla Prima Repubblica. Ora però deve accorgersi a sue spese che è vero che lo hanno fatto accomodare nel salone d'onore con un bel piattone davanti, ma poi gli hanno organizzarto un'imboscata durante la pausa del sorbetto (tra i primi ed i secondi piatti) percui è costretto ad alzarsi da tavola prima del piatto principale. Peccato. Tuttavia, anche se provo una certa simpatia per Mastella e Signora che in questo difficile frangente si sono dimostrati (finora) una coppia unita e solidale, non mi piace che si dicano perseguitati perchè cattolici (sic). Rilevo comunque una grande differenza di stile e di levatura morale rispetto agli altri protagonisti della tragedia campana che purtroppo per loro, non sembrano esibire alcun aspetto positivo (oltre all'apparternenza al partito al governo ovviamente). Quando esplose Mani Pulite, ricordo che fui contento perchè era nata in me la speranza che potesse esserci un vero rinnovamento. Purtroppo mi sbagliavo di grosso: oggi tutti possiamo vedere che le cose sono solo peggiorate e che il nostro paese sta andando velocemente verso la rovina morale ed economica.
Pietro

Potere o servizio? L'affermazione più grave fatta dal ministro, secondo me, è stata quella in cui ha dichiarato di preferire l' "onore della famiglia" piùttosto che il "potere"! Il sentire la carica governativa (Ministro) come posto di potere e non di "servizio" per la comunità è il più grave errore che possa commettere un politico. Forse è nella diffusione abnorme di questo sentimento che si annida la sfiducia per i politici. La gente, avuta coscienza precisa di tali sentimenti da parte dei politici, è ormai giunta a isolarli in una "casta". Quale grande pericolo aleggia per la democrazia! Spero non stiano maturando i tempi bui che ormai pochi dei viventi ricordano.
Renato De Simone

Il Gip "incompetente" Ma come fà un Gip ad ordinare un arresto e poi a dichiararsi incompetente? Quando gli hanno prospettato il caso non avrebbe dovuto dirlo ai P.M. ? Ma a questo punto non è che i Pm. non erano competenti a svolgere le indagini? Ecco perché bisogna davvero aver paura, ecco perché se sei un poveraccio vai dentro e non esci più, dove lo trovi un avvocato così preparato a districarsi in questa babele a pochi soldi? Alla famiglia Mastella alla fine andrà tutto a posto, il buon Clemente deve solo capire che per lui la politica è finita, lo scopo della manfrina, visti gli addebiti, è solo quello!
Antonio Torinese

E Bassolino? Mastella si è dimesso ma Bassolino sempre li! Vien da ridere, Bassolno il maggiore responsabile della repubblica delle banane della Campania è sempre li, dopo lo sfascio terifficante. Bassolino ha provocato all'Italia danni molto superiori di Mastella, ma lui è intoccabile!
Geri

Pierino della politica In dieci anni ne ha combinate più lui che Pierino. Ha sempre sofferto di mancata visibilità mediatica e per questo ne ha combinato di tutti i colori arrivando a convincersi che era indispensabile a tutti. Spero che capisca che ha fatto il suo tempo e inizi a dare l'esempio standosene a casa.
Gianni - Salerno

Di farsa in farsa Dopo le farse della TAV (Valle di Susa),della caserma di Vicenza,della spazzatura a Napoli, del rifiuto del Papa a causa dell'intollaranza becera,ora un Ministro di G. e G. incriminato e dimesso.In tutto il mondo si ride di noi Italioti,una volta geniali artisti, oggi paese ricoperto di sterco,in tutti i sensi.Ma ci abbiamo fatto l'abitudine, non ci accorgiamo più della realtà, come la puzza, dopo un po' ci si abitua, non si sente più.Ci sarà qualcuno che si ribellerà a questo andazzo vergognoso?Potremo votare per persone perbene,oneste, che abbiano ancora il senso dell'onore?
e. c.

Esamino di coscienza Una premessa doverosa: il gabbio non si augura a nessuno e, in circostanze di questo genere, la prudenza è d'obbligo. Ma mi ha lasciato basito l'intervento del Guardasigilli alla Camera.... Adesso ho paura.... c'è una frangia della magistratura .... è avvenuto nei miei confronti un attacco..... Ma fin'ora dove ha vissuto l'ex ministro? Quando il pPresidente Berlusconi commentava, nello stesso modo e con gli stessi toni, il comportamento di certa parte della Magistratura, tutti i componenti dell'area di centro sinistra gridavano allo scandalo, lamentavano indebite ingerenze e paventavano oscure trame volte alla sovversione dell'Ordine costituito. Ora che un provvedimento giudiziaro ha raggiunto un congiunto, grida al complotto... Forse un esamino alla coscienza non sarebbe tempo perso o sprecato... chi ha voluto la riforma della Castelli, chi si è adoperato per escludere la separazione della carriere per i magistrati, chi si è inchinato, per amor di cadrega, alle richieste intransigenti dell'Anm, ora non può che ricevere la solidarietà umana che, a mio avviso, spetta a chiunque.
E. A. - Verona

Ma succede solo in Campania? Anche se le accuse potessero essere non rilevanti, da un punto di vista morale, si è evidenziata una situazione da medioevo con un clan che comandava su un'intera regione e distribuiva incarichi e prebende ai "sudditi". Ma questo succede solo li?
Gianluigi

Tutti sapevano e tutti si stupiscono Ci risiamo, come al tempo di tangentopoli, tutti sapevano tutto, ma ora tutti si stupiscono quando alcuni casi emergono. Ci vogliono delle azioni esemplari come per quello che sta succedendo in Campania. Dove c'è Stato c'è corruzione. Liberalizziamo tutto il possibile e lasciamo sempre meno arbitrio alla volontà dei politici. Di Berlusconi mi fido, ha le caratteristiche strutturali e culturali per far evolvere questo paese.
Enrico da Roma

Ricodate Prodi? renderò felici gli italiani Mastella, da quando è ministro di questo governicchio, ha annunciato le dimissioni almeno 20 volte, senza poi ratificarle veramente. Spero che sia finalmente arrivato il momento che lui e questo governo vadano a casa. Dopo nemmeno due anni hanno riportato l'Italia indietro di 50 anni. Napoli sommersa dall'immondizia, e la colpa non è di nessuno! Il Papa che è stato imbavagliato da un gruppetto di pseudo filosofi, e in tutto questo marasma Prodi continua a dire che va tutto bene e sbandiera ottimismo! Bisognebbe ricordare tutti i giorni a Prodi quello che disse nell'ultimo duello televisivo con Berlusconi prima delle elezioni. Finì il discorso dicendo: renderò felici gli italiani. Se questa è felicità allora c'è proprio da spararsi.
Luisa

La partita non è finita Mastella il potere nella sua zona ce l'ha, e credo che dalle sue parti usi esercitarlo così: non ha certo la stoffa di Craxi, che si alzò e invitò gli altri a dire se facevano diversamente da lui: ma tant'è. Come perseguitato, che fare, non accoglierlo? Sia chiaro, è lui a trovar rifugio. Ancora di più: se lo fanno fuori, è perché lo trovano conveniente, quindi attenzione, la partita con l'Ulivo non è finita, sono furbi. Siccome abbiamo, col signorino, già dato, beh, attenzione alle serpi in seno: non è l'Udeur la pietra di paragone. Buon lavboro, e grazie per l'intervista a Pera.
Baback Falamaki - Milano

Bravi magistrati... (a parte il ritardo nella comunicazione dell'ordinanza di arresti domiciliari alla sig.ra Lonardo Mastella che, a suo dire, l'ha ricevuta dopo i giornali, varrebbe certamente la pena di indagare su questa ennesima fuga di notizie per trovare il o i colpevoli) stante la situazione non credete che sarebbe anche il caso di portare avanti le indaggini avverso le presunte migliaia di concussori e concussi in Campania e a esempio sui consulenti della Giunta Bassolino e questo anche se Oscar Luigi Scalfaro sul Corsera di oggi ha commentato "strano tempismo, come nel 94' con Berlusconi .... ma era proprio cosi urgente questo provvedimento?" Comunque grazie per il vostro lavoro e specialmente grazie se riuscirete anche a fare riaffidare al dott. De Magistris le inchieste che il CSM gli ha tolto.
Franc Iset

Riciclato nel centrodestra? no Non oso pensare che Silvio Berlusconi ricicli Mastella e company! Che zappata sui piedi si darebbe... Se la regione Campania è nello stato in cui si trova, lo deve ai Ceppalonici ed a quelli come loro! (Come al solito, tutto finirà come una bolla di sapone....).
Italo Di Colloredo

Stile di vita da politico Scrivo mastella minuscolo perchè non merita salamelecchi. Lui non ha mai preso una lira, la moglie neanche, i figli sono tutti sistemati. Villa ceppalonica e quando usa l'aereo di stato per andare a vedere le partite non sono soldi risparmiati e pagati da noi? Vergogna, ma vergogna per tutta la casta. Vita da nababbi e potere! e che facce di bronzo. Sono tutti da mandare a casa, peccato che l'alternanza non sia rosea: anche la destra ha molte pecche, troppe, le abbiamo viste tutte quando sono stati al governo. Non credo che andare a votare sia la soluzione migliore, sono tutti uguali: dicono che lo fanno per il paese ma io dico che bisognerebbe buttari nella discarica. Come uomini non valgono niente, sanno solo chiacchierare e sono malati di protagonismo. Povera Italia, che squallore.
Adriana