I lettori scrivono al Giornale"Per il Fisco siamo tutti evasori"

I lettori continuano a scrivere le loro storie e a lamentarsi del trattamento che il Fisco riserva loro o dei mancati pagamenti dello Stato nei confronti delle loro aziende

IL DANNO & LA BEFFA
Multe per trasgressioni
che non ho commesso io

Nel 2010 mi hanno rubato l’auto. È stata ritrovata, ma appesantita da varie multe. Ho seguito la procedura. A novembre del 2011 mi chiama il Giudice di Pace che rimanda la pratica al 2012. Pochi giorni fa mi è arrivata un’ordinanza di pagamento da parte di Equitalia (cosa ci sia di equo in tutto questo non riesco ancora a capirlo) con relativo bollettino raddoppiato nella sua cifra originale. Nient’altro che burocrazia sorda ed incapace, che ci considera tutti come potenziali evasori.
Olga Antonelli
***
ANNI DI INUTILE ATTESA
Trentamila euro «inghiottiti» dall’Agenzia delle Entrate

Tre anni fa ho acquistato un terreno e per un errore del notaio ho pagato 30mila euro di Iva in più. Da oltre tre anni aspetto dall’Agenzia delle Entrate la restituzione di questa somma. In un Stato normale per questo errore la settimana dopo ci sarebbe stata la restituzione del non dovuto.

***
INFLESSIBILITÀ DISCUTIBILE
Mi chiedono le tasse su lavori bloccati da un lustro

Nel 2000 la mia società acquista un terreno edificabile con progetto approvato dal Comune. Un confinante mi denuncia al Tar per presunte irregolarità. Dopo 5 anni di blocco riesco ad avere ragione. Nel frattempo lo Stato ha preteso le tasse. Mi viene intentata un altra causa dal venditore del terreno per non aver rispettato i tempi di costruzione. Equitalia non vuol sapere niente di tutto ciò. Mi ha risposto «problemi suoi» e ha ipotecato parte della costruzione per un debito di 15mila euro su cui il Tribunale civile ovviamente non ha ancora deciso...
Daniele
***
DANNI COLLATERALI
Prestazioni del 2003 non saldate (ma tassate)

Nonostante il decreto ingiuntivo che ho ottenuto, non ho ancora ricevuto l’importo per prestazioni professionali di Direzione lavori di realizzazione Isole Ecologiche in provincia di Avellino per euro 18mila. Prestazioni del 2003. Preciso che la fattura emessa è stata inserita nei compensi del modello Unico ed è stato pagato anche l’importo Irpef e ritenute di acconto. Oltre al danno, la beffa.
Giacinto Bruni
***
ALBERGO A L’AQUILA
Generosità per i terremotati ripagata a intermittenza

Gestisco un albergo di famiglia in provincia dell’Aquila, come tutti gli alberghi abbiamo messo a disposizione il 75% della nostre disponibilità per ospitare gli sfollati del terremoto. Ma i pagamenti? Abbiamo ricevuto gli acconti del 2010, il saldo dei mesi di gennaio-marzo 2010, gli acconti di gennaio-febbraio 2011. Poi più nulla. Tutto fermo. Forse che noi stiamo facendo la banca e le banche stanno facendo gli strozzini?
Ada Fiordigigli
***
«DISATTENZIONI» DELLA PA
Pago dipendenti e fornitori ma l’Asl mi dimentica spesso

A Napoli l’Asl non ci ha ancora pagato settembre, ottobre, novembre e dicembre 2010; poi ha pagato il 60% di marzo e aprile 2011; poi per il 2011 nessun pagamento. Le banche non vogliono più dare credito. Io pago ogni fine mese i miei 7 dipendenti e i fornitori che non possono aspettare. È lo Stato ci sta uccidendo. Cosa aspettano, che ci scappi il morto?
Fabiana Festa
***
ISTANZE A VUOTO
Mai ricevuto risposte su un rimborso Irpef

Inoltro la prima domanda al Ministero delle Infrastrutture nel febbraio 2009 per ottenere un rimborso di 577 euro per maggiore importo pagato al Comune di Canicattì. Seconda istanza all’Agenzia delle Entrate due mesi dopo per ottenere il rimborso del 50% della maggiore aliquota Irpef sulla liquidazione ricevuta nel 2004. Poi passano quasi tre anni. Non ho ancora ricevuto una riposta.
Salvatore La Valle
***
ACCERTAMENTI STRABICI
Costretti a versare quello che non abbiamo mai evaso

Negli anni tra il 2006 e il 2008 la nostra società ha effettuato dei subappalti di edilizia a una Sas. Pagando tutte le fatture. Nel 2011 viene accertato che la Sas le buttava senza registrarle. L’Agenzia delle Entrate ha ritenuto le prove fornite da noi insufficienti. Presentiamo ricorso. L’Agenzia ritiene tutto falso e fa emettere a Equitalia cartelle esattoriali (negandoci la rateizzazione a 72 mesi). Abbiamo iniziato a pagare, in attesa della prima commissione tributaria. I nostri pagamenti rientrano nella somma dell'evasione recuperata e sbandierata sui media dal signor Befera ma, vedete, noi non abbiamo evaso nulla.
Luigi Pasolli