I locali low cost del Gambero

La guida del Gambero Rosso compie vent’anni e il suo curatore, Marco Bolasco, la festeggia raddoppiando. Ha curato infatti Low Cost, «i migliori indirizzi per mangiare a 10, 20, 30 euro». Nulla da spartire con la Guida alle Osterie dello Slow Food, che rientra in un progetto agricolo-produttivo globale. Per l’ultima fatica della casa editrice romana bisogna pensare ai voli a basso prezzo: così come uno, decollando dalla Malpensa con destinazione New York, dopo aver solcato l’Atlantico arriva nella Grande Mela, così uno può alzarsi da tavola soddisfatto anche se la sua cena non è stata un evento indimenticabile come di norma dovrebbe essere nei grandi indirizzi. Tutti coloro che scrivono di ristoranti si sentono chiedere dove si può mangiare bene spendendo poco. Bolasco e il suo gruppo hanno trovate tante risposte giuste: trattorie, wine bar, paninerie, pizze a taglio, street food. Occhio agli oscar.