Per i lunghi viaggi è tra i migliori «Solo» 5 guasti dal 2001 a oggi

Marta Bravi

Il Boeing è considerato uno dei migliori aereomobili a lungo raggio in circolazione. La cronaca dell’ultimo lustro l’ha però visto protagonista di alcune avarie ai motori, fortunatamente senza mai conseguenze per i passeggeri.
Il 16 marzo 2001 il comandante del volo AP2934 decollato alle 8,27 da Fiumicino e diretto a Linate, chiede alla torre di controllo di poter rientrare causa guasto a un motore. Dieci minuti dopo il Boeing 737 dell’Air One, con a bordo 116 passeggeri, atterra senza danni. Stesso aeroporto, cinque mesi più tardi: questa volta è un Boeing dell’Air France in servizio da Parigi a Roma a chiedere emergenza a Fiumicino. Sono le 17 del 22 agosto, l’aereo sta sorvolando Pisa quando il comandante si accorge che uno dei motori ha un calo di potenza del 30 per cento. Alle 17,24 l’aereo tocca terra. Il 21 maggio 2004 è la volta di un Boeing 737 dell’Air One con 63 passeggeri, partito da Malpensa e diretto a Cagliari. Alle ore 14 l’aereo effettua l’atterraggio di emergenza ad Alghero sempre a causa di un guasto al motore sinistro. Il 16 luglio 2004 vivono attimi di terrore sulla pista di Fiumicino i 273 passeggeri del Boeing di Blue Panorama diretto a Cuba che assistono all’incendio del motore destro del velivolo in fase di decollo. La scena si ripete il 28 luglio sulla stessa pista di rullaggio, protagonista il Boeing dell’East Africa, diretto a Zanzibar con a bordo 175 passeggeri.