I macellai «Sui nostri banchi vendiamo solo prodotti nazionali»

«Non c’è nessun allarme nelle macellerie italiane per l’importazione di carne di maiale dall’Irlanda». Lo ha affermato il presidente nazionale di Assomacellai-Confesercenti, Gian Paolo Angelotti, ricordando che meno dello 0,4% della carne suina viene importata dall’Irlanda nel nostro Paese, dove il consumo annuo è arrivato a 32 kg pro capite. Angelotti ha ricordato che «le carni suine fresche, quelle cioè che si ritrovano sui banchi delle circa 35 mila macellerie italiane, sono per oltre il 90% di provenienza interna. Per quanto riguarda invece lo specifico settore del taglio al banco, viene utilizzata esclusivamente carne di origine nazionale». «Il nostro Paese vanta una tradizione di sicurezza alimentare di grande livello - ha proseguito Angelotti - ed il nostro sistema di sorveglianza e tutela sanitaria conta oltre cinquemila veterinari. Non c’è davvero problema per la salute dei consumatori» ha concluso.