I manager vanno a lezione dai pinguini

Il nuovo mito degli uomini d'affari è Fred, l'animale che in un libro migliora la vita della comunità con un progetto da imprenditore

Washington - Una favola che parla di una colonia di pinguini di base su un iceberg nell'Antartide sta diventando uno dei più importanti manuali di business. Il nostro iceberg si sta sciogliendo di John Kotter, uscito in America lo scorso 24 settembre, ha già venduto 224mila copie e ispirato gli amministratori delegati di mezzo mondo. È stato tradotto in dieci lingue, italiano compreso (Sperling&Kupfer), e verrà presto presentato a teatro in India.

John Kotter, docente della Harvard Business School fin dal 1972, è il massimo studioso del cambiamento organizzativo delle aziende ed autore di undici libri di economia aziendale. I manager di tutto il mondo leggono ed imparano a memoria i suoi saggi e frequentano i suoi seminari per imparare i metodi per garantire alle imprese un rinnovamento efficace e vincente, gestire le sfide adattandosi al mondo in evoluzione trasformando i momenti di crisi in nuovi successi.

I pinguini che montano in cattedra in Il nostro iceberg si sta sciogliendo per insegnare con una favola ai manager a gestire le loro aziende, sono Fred, il protagonista, Alice, Louis, il professore e NoNo, bestiole molto simili alle persone con cui si entra in contatto ogni giorno sul lavoro. Tutti hanno qualche capacità e tutti hanno dei difetti. L'importante è gestire i lati positivi e negativi in modo coerente.

Nel libro John Kotter illustra come la colonia di pinguini precipita in una drammatica situazione di precarietà, ma reagisce superando progressivamente i pericoli. Fred, il protagonista, si rende conto che l'iceberg su cui la colonia vive da generazioni e secondo abitudini consolidate si sta sciogliendo e rischia di scomparire.

Fred all'inizio è molto titubante e quasi non osa comunicare agli altri pinguini i suoi timori. La prima ad ascoltarlo è Alice, una pinguina di polso che fa parte del Consiglio direttivo, il gruppo dei dieci pinguini che decidono le sorti della colonia. La missione di convincere gli altri nove che l'iceberg potrebbe sparire non è facile. La coppia Fred ed Alice non demorde ed il grande capo li incarica di organizzare un team di guida. Il mini gruppo ce la mette tutta, collabora e organizza una strategia di cambiamento fatta su basi e concetti presi in prestito dal mondo del business e del management.

Riusciranno Fred e compagni a salvare il loro iceberg? Per tentare di farlo adottano i cambiamenti che la crisi del momento impone, compreso quello di saltare di iceberg in iceberg per evitare di restare bloccati.

Il nostro iceberg si sta sciogliendo non è l'unica novità del mondo letterario che applica le strategie del management alle metafore del mondo animale. Dopo i successi di Chi ha spostato il mio formaggio di Spencer Johnson dove l'autore fa insegnare da topolini ai dipendenti delle grandi aziende ad essere flessibili adattandosi ai cambiamenti, è in arrivo Elefanti giocolieri di Jones Loflin e Todd Musing. Nel libro i due autori usano le metafore del circo equestre per insegnare ai responsabili delle aziende come aumentare la produttività.