I "manici" delle mini sono tornati

Una domenica "bestiale" in sella alle minimoto: giornata di competizioni in tutta Italia per piloti grandi e piccini. Tra ginocchia che strisciano sull'asfalto e sgasate all'ultima curva

Zona A Tutto inizia la mattina presto, i piloti, affiancati dai loro meccanici accendono i motori, modificano le ultime imperfezioni e in una giornata di sole, dopo caffè e brioche, ha inizio la seconda selettiva del campionato italiano di minimoto sul circuito Premoli di Codogno. La Commissione Tecnico Sportiva Nazionale della Federazione Motociclistica Italiana ha chiesto al Gruppo Commissari di Gara di svolgere misurazioni fonometriche nel corso del Campionato Italiano Minimoto, controlli già effettuati durante il primo appuntamento in pista del 16 marzo 2008, per verificare che i mezzi rispondano a quanto stabilito nelle Norme Sportive 2008. Tutto questo perché, negli anni passati, le verifiche fonometriche non rispettavano i limiti fissati dalle norme vigenti, così la FMI ritiene ora giunto il momento di fare rispettare le regole previste fin dalla prima gara della stagione. In caso di superamento del livello di rumore consentito, i mezzi saranno esclusi dalla competizione.

Senior A La prima categoria, richiamata al megafono durante la visione della “MotoGp” regala, come sempre, uno spettacolo incoronando il velocissimo Gamarino come vincitore davanti all’altrettanto veloce Lunini e, terzo, decisamente più staccato, Marino.

Junior La categoria dei meno esperti ha solo cinque iscritti, ma non per questo è una gara meno interessante. La vittoria viene conquistata da Renard seguito da Vieti Ramus e Caluccio a chiudere il podio.

Junior A Questa categoria da sempre regala grandi emozioni, bambini che appena tirano giù la visiera diventano veri piloti con il solo pensiero della vittoria. La partenza dei primi tre in griglia è ottima e sin dal primo giro prende vantaggio sugli inseguitori. Spettacolo di Spiranelli, Di Giannantonio e Castellini i quali si scambiano le posizioni per buona parte della gara. Spiranelli prende un piccolo vantaggio negli ultimi due giri che gli permettono di mettere al sicuro la vittoria, lasciando lottare per il secondo posto Castellini e Di Giannantonio; proprio quest’ultimo riuscirà a spuntarla sul rivale.

Junior B – Junior C Junior B e Junior C accorpate, ma con classifiche separate. Anche queste categorie, purtroppo, registrano un basso numero di iscritti (6 nella Junior B e 5 nella Junior C);Nella Junior B bella vittoria per Zambonetti seguito da Polastri e Valtulini Nella Junior C vittoria per Brignoli seguito da Cavalli e Carcano.

Open A Considerata ormai la MotoGP delle minimoto non è stata combattuta, come al solito, per il dominio di Lunini che, sin dalle prove ufficiali, ha dimostrato la propria superiorità, confermata anche in gara, andando a vincere una gara in solitaria. Solo lo sfortunatissimo Rastelli ha tentato di disturbare il pilota Stamas, ma è finito tutto ancor prima di concludere il primo giro, perché vittima di un problema alla sua moto e un po’ di sfortuna. Come sempre Clivio si distingue per un buon passo, ma perde il podio a causa di una scivolata. Buon secondo posto per Insalata, autore di un buon inizio gara e poi bravo a gestire il distacco da Comollo che conclude con un terzo posto.

Open B La categoria più numerosa riesce sempre a concedere spettacolo, emozione e fa rimanere col fiato sospeso. Nelle prove ufficiali ottima la pole per Bugatti seguito da Pagnoncelli; mentre gli inseguitori sono tutti racchiusi in pochi decimi di secondo. Allo spegnimento del semaforo rosso la partenza è un po’ incerta e permette a Pagnoncelli di prendere la testa alla prima curva e arrivare al traguardo in prima posizione indisturbato. Bugatti è alle prese con Bruno che si dimostra un degno avversario; contatto e scivolata per entrambi che lasciano il posto a Valdonio che passa al secondo posto mantenendolo; terzo Bugatti, autore di una splendida rimonta. C’è una gran competizione che dà luogo a un avvincente spettacolo anche nelle altre posizioni, come Colasanti, nono, e Berardi, decimo, che fino alla bandiera a scacchi si rincorrono sempre in modo corretto. Al temine delle prove fonometriche penalizzazione di sessanta secondi a Valdonio retrocesso dalla seconda alla nona posizione.

Zona B la gara si è disputata a Ripa Persico. Le selettive nel centro sono sempre molto combattute, i piloti nelle diverse categorie sono agguerriti e di numero nettamente superiore delle altre zone. La maggior parte dei manici della moto gp hanno iniziato la loro carriera proprio partecipando a queste competizioni del centro Italia.

Junior Sintoni termina conquistando il primo posto del podio,Cecchi e Di Marco nei gradini più bassi.

Junior A Combattuta battaglia finisce con Gabellini, Zaccone e De Pascali.

Junior B Bastianni, Ferrari e Bezzi donano uno spettacolo eccitante finendo la gara nelle prime tre posizioni. Junior C Bambini già più esperti trasmettono sempre una grande emozione, vincono Cappella, Spedale e Carbonera. Senior A Sorpassi, staccate all’ultimo respiro, sempre con correttezza; terminano vincitori Forlani, Biagiarelli e Fiammenghi.

Open A Anche in questa categoria Forlani si dimostra un fuori classe e conquista il podio, qui lo seguono Ciavatta e Biagiarelli.

Open B La giornata termina con questa classe che vede vincitori Giberti, Di Gennari Ferrari.

Zona C Anche nel sud Italia si è disputata la seconda selettiva a Casaluce, importante tappa anche per le finali del Campionato Italiano, infatti è un circuito molto conosciuto da tutti i piloti. Nelle griglie di partenza molti posti rimangono liberi, perché qui i partecipanti sono nettamente meno, ma le gare sono ugualmente combattute, dai piloti, ed interessanti, per gli spettatori.

Junior Santi, De Lucchi e Ferranti festeggiano al vittoria.

Junior A Bambini incorporati perfettamente ai loro mezzi: Romeo, De Falco e Montella riescono ad arrivare alla bandiera a scacchi nelle prime tre posizioni.

Junior B Mencarelli, Del Vecchio e Nocco terminano conquistando il podio. Junior C Combattuta gara tra bambini con molta esperienza terminata con la vittoria di Veronesi, Ieraci e Giorgianni.

Senior A Avvincente disputa per i primi posti con sorpassi in molte curve, termina con il successo di Ciotti, Di Giacinto e Micochero.

Open A La gara più seguita vede vincitori Mancin, Acquaviva e Molino dopo tanti giri veramente sofferti ed emozionanti.

Open B Questa è la classe con meno partecipanti, sono solo in nove, ma è comunque avvincente seguire questi piloti che danno il meglio di sé e trasmettono l’adrenalina ad ogni difficoltà. Conquistano le coppe: Siena, Tocca e Milanese.