I «Martedi dell'Umanitaria» con Djivas e Di Cioccio

Appuntamento martedì 16 con la Premiata Forneria Marconi per raccontare trent'anni di musica italiana

Tornano «I martedì dell'Umanitaria» alla Società Umanitaria di Milano. L'appuntamento è per martedì 16 febbraio (ore 18, sala Facchinetti - Della Torre) con Patrick Djivas e Franz Di Cioccio, che incontrano il pubblico (ingresso libero) parlando di Premiata Forneria Marconi e Fabrizio De Andrè, ovvero trent'anni di musica italiana. La Premiata Forneria Marconi, dal nome di una forneria di Chiari (Bs), meglio conosciuta come PFM, è forse la band rock italiana che ha avuto maggior successo all'estero. Non solo Europa ma anche Stati Uniti e Giappone. Farne parte quasi dall'inizio (entrò come bassista nel 1973 sostituendo Giorgio "Fico" Piazza) significa per Patrick Djivas conoscere da vicino la musica italiana e internazionale da più di trent'anni. Ma ci sarà anche un altro fondatore della PFM, Franz di Cioccio, in questo "amarcord" Djivas e Di Cioccio racconteranno un'interessante storia musicale, soprattutto i contatti con Fabrizio De Andrè, Lucio Battisti e tanti altri big. Insomma, aneddoti, esperienze, ricordi faccia a faccia con uno dei protagonisti della nostra musica. Un'occasione da non perdere per tutti gli appassionati.
Djivas è nato a Cannes, 23 maggio 1947 è un bassista e compositore italiano. È uno dei componenti della Premiata Forneria Marconi. Ha iniziato la sua carriera musicale nel 1964, avvicinandosi al Rhythm and blues. Nel 1969 è giunto in Italia con il gruppo di Rocky Roberts. Ha fondato nel 1971 il gruppo progressive rock Area con Demetrio Stratos, Giulio Capiozzo e Gaetano Leandro, conosciuti durante le registrazioni dell'album Radius di Alberto Radius.
La critica lo apprezza per la sua tecnica, il suo raffinatissimo gusto musicale e la dirompente energia, elementi che lo rendono bassista estremamente personale ed efficace.
Dal 1974 Patrick Djivas incide gli album del periodo "internazionale" della PFM e durante la permanenza negli Stati Uniti incontra un gigante della musica, Jaco Pastorius, che diventa suo grande amico. Nello stesso periodo, conosce Leo Fender e inizia con lui una lunga collaborazione.
Dagli anni '70 a oggi, la sua attività all'interno della PFM non conosce soste e sono sempre più frequenti le tournée mondiali che porta il gruppo dal Giappone al Messico, dal Canada alla Corea, dagli U.S.A. al Brasile.
Franz di Cioccio è un musicista, showman e giornalista. È noto soprattutto per essere il batterista e cantante del gruppo rock progressivo Premiata Forneria Marconi, oltre che uno dei suoi fondatori. Nato a Pratola Peligna in provincia dell'Aquila, Di Cioccio si trasferì giovane a Milano raggiungendo il padre che lavorava in questa città suonando l'oboe: qui, dopo aver iniziato a suonare la batteria, fonda il gruppo dei "Black Devils" (con il chitarrista Pino Favarolo e il bassista Tony Gesualdi). Nel 1964 conosce il giovane chitarrista Franco Mussida. I "Black Devils" diventano il gruppo di accompagnamento di Gian Pieretti cambiando il nome in "Grifoni": è proprio il cantautore che li presenta a Ricky Gianco che li porta alla casa discografica per cui incide anche lui: la Dischi Ricordi.
Tra il 1970 ed il 1971 Di Cioccio suona per breve tempo con la "Nuova Equipe 84", partecipando tra l'altro al Festival di Sanremo 1971 in coppia con Lucio Dalla con il brano 4 marzo 1943 e classificandosi al terzo posto.
Artista poliedrico, oltre alla musica e al cinema si dedica al giornalismo collaborando con alcune testate nazionali. Per informazioni: Società Umanitaria, tel. 02 - 5796831, www.umanitaria.it