I martiri di Nassirya fanno arrossire la sinistra

I soldati italiani morti a Nassirya «non possono essere vilipesi e svergognati da altri italiani». Queste le parole del presidente della Camera Casini: «È una cosa indecente di cui qualcuno dovrà assumersi la responsabilità. Da sinistra non accettiamo prediche». Intanto Israele congela i fondi alla Palestina: «L’Anp è diventata un’autorità di terroristi». La comunità ebraica chiede all’Unione di espellere i comunisti italiani. Romano Prodi risponde col silenzio.