I mattoni per ricostruire adesso ci sono

Caro Lussana, bene bravi bis. Difficile trattenere la felicità davanti ad un risultato del genere per chi da sempre milita in Forza Italia e che anche a questa tornata si è fatto i suoi gazebi e ha mandato i propri sms. Con ogni probabilità la Liguria tornerà ad avere un ministro al Governo e una squadra di parlamentari che rappresentano e conoscono Genova. Ma questi risultati devono essere un punto di partenza, non un punto di arrivo. A Genova c'è molto da costruire. La differenza questa volta è che ci sono anche i mattoni: ci sono dei deputati e dei senatori che conoscono la città. Attenzione, però, a interessarsi del governo del Paese per lasciar perdere il partito: un errore già commesso in altri periodi storici. Bisogna fare un doppio sforzo: governare bene e continuare ad avere rapporti con il tessuto economico sociale della nostra gente. Se il governo otterrà, come tutti ci auguriamo, dei risultati per la nostra terra, sarà una struttura organizzata e articolata sul territorio a doverli comunicare ai quartieri e alle categorie. C'è un nuovo Popolo della Libertà da costruire e da amalgamare, c'è molto da fare, dopo aver stappato la bottiglia di un ligurissimo Pigato.
Capogruppo Forza Italia Municipio 1
Genova Centro Est