«I McCann linciati»: portavoce della polizia abbandona l’incarico

Il portavoce della polizia portoghese per il caso Maddie, Olegario Sousa, si è dimesso in polemica con il modo in cui è stata gestita l’indagine. Il funzionario, che ha il grado di ispettore capo, si è detto disgustato dal trattamento riservato ai genitori di Madeleine McCann, la bambina inglese scomparsa il 3 maggio. Secondo quanto riferisce Sky News, Sousa si è scagliato in particolare contro la continua fuga di notizie fatte trapelare dagli inquirenti e usate dalla stampa locale per minare l’immagine dei McCann. Nel caso della scomparsa di Maddie, ad agosto due cani-poliziotto furono mandati dal Regno Unito in Portogallo per contribuire alle indagini e segnalarono «odore di resti umani» su diversi oggetti, tra cui i vestiti di Kate McCann e il pelouche preferito della bimba. La linea difensiva di Kate McCann ha puntato sul fatto che gli odori percepiti dai cani deriverebbero dai corpi con cui la donna è stata a contatto per il suo lavoro di medico. Secondo la polizia i genitori di Maddie potrebbero aver ucciso accidentalmente la figlia e gettato in mare il corpo.