I medici di base avanzano proposte al candidato sindaco della Cdl in un incontro con i circoli di An

Limitazioni per esami e test di laboratorio, tetti sulle prescrizioni di farmaci ai pazienti e riduzione dei ricoveri ospedalieri: le discutibili imposizioni della giunta Marrazzo in materia sanitaria sono state al centro di un incontro tenutosi presso la sede del coordinamento dei circoli di An-Sanità di Roma fra rappresentanti dei medici di base ed esponenti politici di Alleanza nazionale impegnati nel settore. Dopo un ampio confronto sulle tematiche che riguardano in modo particolare il ruolo dei medici di medicina generale e le ripercussioni sugli assistiti, è stato stilato un documento contenente una serie di richieste al candidato sindaco della Cdl Gianni Alemanno. Tra le proposte avanzate, anche quella di garantire un parcheggio riservato nei pressi dei Poliambulatori privati (come è già previsto per altre categorie che, forse, per l’attività che svolgono, ne hanno meno bisogno come ad esempio il personale diplomatico di uffici culturali) affinché i medici, in caso di chiamate urgenti, possano muoversi con la massima celerità. All’incontro hanno partecipato, oltre a diversi consiglieri dell’Ordine dei medici di Roma e provincia, il consigliere regionale del Lazio Tommaso Luzzi, componente della Commissione regionale Sanità e il senatore Domenico Gramazio che ha dato assicurazioni dell’impegno del candidato sindaco Alemanno a esaminare le proposte avanzate dai medici per affrontare e risolvere i problemi che riguardano tutti gli assistiti.