I medici non coinvolti pronti a fare causa alla Asl

I medici della clinica Santa Rita non coinvolti dall'inchiesta preparano la battaglia legale contro l'ospedale e la Asl. Colpevoli, a loro dire, di non avere fatto abbastanza per tutelare la salute dei pazienti e la professionalità del personale che lavora nella clinica. «La nostra non è soltanto una clinica privata, ma accreditata dalle istituzioni pubbliche - dice un medico -. Qualcuno ha valutato la struttura e ha stabilito che era all'altezza del suo compito. Anche la Asl ha delle responsabilità, quando si ottengono le convenzioni non arrivano dalla sera alla mattina. Troppo facile svegliarsi adesso e annullare tutto». Anche per questo sono in molti i dottori che adesso si stanno rivolgendo ai loro avvocati, per difendere la loro reputazione. «Io ho partecipato a un convegno 15 giorni fa e mi sono presentata con il cartellino "Clinica Santa Rita" - afferma una dottoressa -. Adesso sono bollata a vita, anche se non sono assunta ma lavoro in forma autonoma. Il danno è mostruoso anche per noi medici».