I mercati riprendono a correre

In settimana l'indice generale delle materie prime è tornato sopra la soglia dei 310 punti. Il recupero riduce a meno di 30 punti la distanza dei massimi storici dell'autunno del 1980. Il passo dell'economia Usa e di quella cinese rappresentano un punto di riferimento sicuro. La domanda resta solida mentre l'offerta registra non poche strozzature. Ciò è evidente per il rame con i prezzi a tre mesi sopra 3.500 dollari per tonnellata e il future del petrolio oltre quota 60 dollari.