I migliori scherzi di Carnevale? Quasi tutti involontari. Prendete ispirazione...

C'è chi raduna centinaia di fan ad aspettare un divo che non c'è e chi arriva seconda ad un concorso di poesia presentando un poema di D'Annunzio. In una settimana come questa succede di tutto. Compreso perdere un ippopotamo. Ma per davvero...

Carnevale. Cioè scherzi. É arrivato il momento di fare sul serio e per una settimana aspettatevi di tutto. In passato ne hanno combinati di irresistibili, ne abbiamo selezionato qualcuno. Dovesse venirvi un'ispirazione migliore...

La Starnutina? Ti rianima... Ha annusato la la «starnutina», venduta liberamente anche nelle tabaccherie, come «scherzo di carnevale» poi però lo scherzo lo ha subito lui: Calogero, bimbo di Caltanissetta si è sentito male ed è finito in rianimazione in ospedale per difficoltà respiratorie. Allergico agli scherzi...

Maschere fin troppo perfette Erano perfetti e tutti hanno voluto fare le foto con loro. Peccato che quelli che i turisti hanno fermato e fotografato a lungo in piazza San Marco fossero un gruppo di cadetti dell'Accademia militare di Modena in libera uscita, scambiti per maschere. I giovani si sono prestati. Ma perchè pensavano scherzassero...

Un Titanic per cinquecento Si sono piazzate agguerrite davanti a tutti e quattro i grandi hotel di Roma «Plaza», «De La ville», «Hassler» e «Villa Medici». In cinquecento, fin dalle prime luci dell'alba, per aspettare Di Caprio. Per colpa di un tam tam nato per scherzo. Ma il divo a Roma non era mai sbarcato. Commenti: «Io credo che Leonardo sia a Roma altrimenti tutte le altre che ci stanno a fare qui?». La più bella battuta di Carnevale...

Tutti a cena in piazza ma per digiunare Hanno affisso centinaia di manifesti e distribuito volantini per invitare la popolazione di Valfenera d'Asti a cena sulla piazza del paese con musica e festa. Firmato dal sindaco. Un successone. Peccato che non fosse vero. La festa invece l'hanno fatta i ladri che per un'oretta hanno avuto mano libera. E non era uno scherzo.

Paura di volare Appena ha potuto ha lanciato l'allarme: c'è una bomba in aeroporto, bisogna evacuare subito. Tempo zero e decine di persone hanno lasciato il posto di lavoro, le piste sono state subito bloccate. Ma non era vero niente. Era solo uno scherzo di un impiegato dell'Enac ma ha messo a soqquadro l'aeroporto di Brindisi. L'hanno arrestato per procurato allarme. Aggravato dall'idiozia.

Bravo D'Annunzio, ma non il migliore É arrivata seconda al premio di poesia ma i suoi versi invece di commuovere hanno fatto ridere. Perchè lei, una bambina di nove anni, per fare uno scherzo alle maestre, aveva portato al premio di poesia della sua scuola di Venezia sedici versi autentici di Gabriele D'Annunzio. Non ha vinto ma lei era felice come può esserlo una bambina. D'Annunzio non si sa.

Senza una donna La rivelazione è del Jerusalem Post. Il leader dell'Olp Yasser Arafat ha sottoscritto un accordo segreto con il Mossad israeliano per far cessare in un colpo solo l'Intifada nei Territori e gli attacchi di Hamas. Ma a una sola condizione: che il Mossad gli faccia fuori la moglie. Ci è cascato solo l'ex ministro Rehavam Zeevi. Peggio di una sassata Stai più attento però Ha telefonato alla stazione di polizia sull'autostrada dei Tauri, nel Salisburghese, per dire che un ippopotamo di 250 chili stava intralciando il traffico e rischiava di scatenare un tamponamento a catena. I poliziotti si sono messi a ridere e hanno messo giù. Invece era tutto vero. L'ippopotamo era stato prelevato in Polonia per essere trasportato in uno zoo ma è riuscito a fuggire dal camion. E non c'è niente da ridere...