I milanesi: prima la sicurezza, poi il ticket

Sondaggio del "Giornale" sull’Ecopass. La Lega contro il provvedimento: "Raccolta di firme in 50 piazze per chiudere il centro al traffico". Per 8 su 10 il pedaggio non è la priorità, altrettanti avrebbero voluto
un referendum. Il 51% è contrario, gli indecisi sono il 17%

I milanesi bocciano la politica antismog di Letizia Moratti. E pensano che il sindaco, prima del ticket, avrebbe fatto meglio a occuparsi «di delinquenza, caro-affitti e immigrazione incontrollata». Problemi molto più scottanti per l’82 per cento degli interrogati nel sondaggio Ferrari Nasi & Grisantelli, commissionato dal Giornale. Un campione rappresentativo di 420 famiglie con auto, residenti a Milano e nella prima cintura. Altissima anche la percentuale (8 su 10) di chi avrebbe gradito dalla lady di ferro più di democrazia. Magari un referendum con cui decidere tutti insieme sulla sorte dei polmoni della collettività. Giudizio assolutamente negativo per i mezzi pubblici. Che la gente vorrebbe molto più efficienti, soprattutto nel momento in cui si chiede di rinunciare all’auto. Semaforo rosso anche dalla domanda secca. La maggioranza assoluta, seppur non schiacciante, (il 51 per cento) dice di non gradire (tra abbastanza o molto contrari) il ticket.