I ministri laburisti concedono a Brown un anno di tregua

Gordon Brown ha un anno di tempo per mostrare di poter cambiare le sorti del partito laburista, massacrato alle elezioni locali del primo maggio. Se non ci riuscirà per allora, la sua leadership potrebbe essere messa in discussione. Lo ha scritto ieri il Times, citando in forma anonima alcuni alti esponenti dell’esecutivo britannico. Dice uno di loro: «Se tra un anno non ci saremo mossi, andremo incontro a una sconfitta alle politiche. A quel punto, molti si faranno avanti ritenendo di non aver nulla da perdere, o Gordon stesso concluderà che è ora di farsi da parte». Intanto primi impegni internazionali del nuovo sindaco di Londra Boris Johnson: venerdì incontrerà il sindaco di New York Michael Bloomberg