I miracoli di Barasso Greco è l’ombra di sé

Barasso 6: incolpevole sui gol. Sfortunato nel rigore di Saverino,prima aveva compiuto due miracoli su Frara e Guidetti.
Biasi 4: un suo liscio consegna allo Spezia il gol di Guidetti che è valsa la sconfitta del Genoa. Peccato perché fino a quel momento aveva fatto la sua parte dignitosamente, ma una papera del Genoa non è giustificabile.
De Rosa 6.5: nel primo tempo sono pregevoli due sue chiusure di Dionigi. Poi anche lui cerca di fare la sua parte impostando il gioco ma senza una punta di riferimento è difficile.
Stellini 6: dopo aver fatto la pace con Gasperini dimostra di essere ancora all’altezza della situazione anche se commette qualche errore di troppo in impostazione. Nel finale si getta all’assalto del fortino dello Spezia ma non trova lo spazio giusto.
Rossi 6: Soda lo imbavaglia per bene e le sue incursioni sono ridotte al minimo. Soltanto nei minuti conclusivi ritorna a creare scompiglio nella difesa ma ormai è tardi.
Milanetto 5.5: grande volontà ma troppi passaggi scontati. Positivo anche in fase di recupero ma non ha mai messo in condizioni il compagno di andare in rete a parte un’illuminante apertura per Sculli nel primo tempo.
Coppola 5.5: si batte come un leone ma è perfino presuntuoso quando prova a tirare in porta.
Fabiano 5.5: Anche lui come Rossi, raramente trova un varco accettabile e la sua prestazione risulta fumosa. Impreciso anche nei traversoni.
Adailton 6: freddo in occasione del rigore, per il resto si dà molto da fare ma è meno lucido di altre partite. Non ha mai saltato il diretto avversario e così spesso è stato costretto a girare al largo dell’area bianconera.
Sculli 5: prestazione incolore senza mordente, uno dei giocatori che è mancato di più e la sua flessione è preoccupante.
Greco 4: nel primo tempo a volte è stato sfortunato e certe critiche erano immeritate ma la ripresa ha consegnato un giocatore che si è intestardito troppo nei dribbling e nei tiri da lontano che non gli sono mai riusciti. Greco è l’ombra di se stesso.
Longo 6: entrato al posto di Biasi ha dato un po’ di freschezza alla squadra ma in quel marasma non ha potuto fare molto.
Gasperini 5: tatticamente perde il confronto con Soda ma non è spiegabile l’atteggiamento molliccio della squadra.