I missili Patriot dislocati a Haifa

L’esercito israeliano ha dislocato ieri, per la prima volta dalla fine della guerra del Golfo, due batterie di missili Patriot ad Haifa, nel nord del Paese. Si tratta di un’arma destinata a intercettare possibili missili balistici che le milizie di Hezbollah potrebbero lanciare verso le aree centrali di Israele. Fonti di intelligence citate ieri dal Jerusalem Post hanno affermato che Hezbollah avrebbe 20 missili con una gittata fra 100 e 200 km, che potrebbero colpire Tel Aviv. A Haifa i Patriot erano già stati usati nel 1991, durante la Guerra del Golfo contro i missili iracheni Scud. Giovedì, la terza città israeliana, un milione di abitanti, a 50 chilometri dal Libano, era stata colpita da due razzi Katiuscia.