I misteri del caso Delvecchio

L'inizio stagione era stato strepitoso per Gennaro Delvecchio, nuovo pilastro del centrocampo doriano, goleador puntuale nelle sortite in attacco e nuovo beniamino della Sud. Le convocazioni del commissario tecnico Donadoni culminata con l'importante presenza allo Stade de France contro la Francia per le qualificazioni europee è stato l'apice, poi il buio con apparizioni estemporanee in campionato. Cosa è successo al giocatore? Sicuramente il nodo cruciale è la collocazione tattica, nel 4-4-2 di Novellino la posizione di esterno destro lo sacrifica molto, non ha il passo per saltare l'uomo e crossare dal fondo, bensì è un centrale di centrocampo con ottimi propositi offensivi ma in quella posizione Palombo è uno degli intoccabili. Nell'ultimo mese Delvecchio non ha più trovato spazio, le voci di mercato lo accostano a squadre come il Milan e la Roma già da gennaio. Di sicuro il rapporto con il tecnico e con la società si è notevolmente incrinato ed i silenzi del giocatore valgono più di molte parole.