I mondiali danno slancio ad Adidas

In vista della festa di oggi per l’Indipendence Day, New York ha ridotto ieri della metà i tempi di contrattazione, con gli indici che sono riusciti a consolidare un recupero intorno allo 0,5%. E ciò nonostante l’andamento dei due titoli automobilistici, General Motors e Ford, a causa delle incertezze sulle future alleanze. Penalizzata anche Millicom (meno 25%) per l’interruzione delle trattative di cessione del gruppo. Sugli scudi i titoli minerari, ai rumors di una possibile acquisizione da parte di Rio Tinto. In Europa le ipotesi di un’intesa con General Motors hanno aumentato gli scambi a Parigi per Renault, che tuttavia chiude in parità. In tensione a Londra i titoli minerari, ma nuovi exploit per i grandi magazzini grazie a un interessamento da parte di gruppi Usa; volano Northerm Rock (più 4%), Compass (più 3,4%) e Morrison (più 3,7%). A Francoforte irregolari i titoli dell’auto, mentre registrano migliorie ThyssenKrupp (più 3,1%) e Adidas (più 2,6%).