I musei romani su Second Life

Entrare nell’opera, immergersi nel colore, percorrerla nelle sue profondità e diventarne parte in un gioco di interazioni in cui l’osservatore è lasciato libero di esprimersi e diventare tratto «vivente» dell’opera stessa. Magari, volando. Interazione, arte, tecnologia e fantasia sono gli ingredienti di un originale progetto espositivo che, con un calendario di mostre organizzate virtualmente, segna l’ingresso dei musei civici romani in Second Life. Mostre virtuali ma non interamente. Le prime a essere esposte sono state, infatti, alcune opere dell’esposizione «The Big Bang», ospitata al museo Bilotti a Villa Borghese fino allo scorso 19 ottobre, e poi inaugurata in versione tridimensionale sul web. Non si tratta di una semplice duplicazione di dipinti ma di una loro rilettura all’insegna delle potenzialità della community. Basta andare sul sito di Second Life e creare un proprio avatar - alter ego virtuale - per prendere parte a inaugurazioni e visite «speciali». On line i dipinti abbandonano l’originale bidimensionalità per diventare architetture, vere e proprie stanze nelle quali le opere degli artisti rivestono soffitto, pavimento e pareti, arricchendosi perfino di «effetti speciali», come pioggia di colori e movimento. Ogni avatar può muoversi liberamente tra soggetti e figure. Obiettivo del progetto è consentire a visitatori di ogni parte del mondo di visitarli senza muoversi da casa. Pensata per chi non possa andare a vedere le mostre in sede ma anche per chi le voglia rivedere, l’esposizione in 3d propone un approfondimento dell’evento reale, in un articolato interfaccia archivistico che permette di accedere a biografie e schede critiche degli artisti esposti, oltre alle immagini delle opere originali. Il progetto, gestito da Marina Bellini, regista e esperta di new media - on line con il nome Mexi Lane - comprende pure il blog http://blog.museiincomuneroma.it, video e fotosharing su www.youtube.com e www.flickr.com, dove sono stati creati canali tematici dedicati al Sistema dei Musei Civici, senza dimenticare concorsi creativi legati alle mostre. Il prossimo appuntamento virtuale sarà con «Sua Altezza, il merletto», al museo Napoleonico da metà dicembre. Su Second Life, le esposizioni avvengono all’interno dell'isola, già esistente, Exit - Experience Italy, dove è stato ricostruito l’Eur. Muovendosi nel quartiere è possibile entrare nei palazzi e conoscere le iniziative che ospitano0.