I musicisti sorridono: avranno 500 euro in più

Sanremo - Il primo giorno sanremese si apre con una "bella notizia", come la definisce Pippo Baudo che ieri si era fatto alfiere della "ingiustizia" nei confronti degli orchestrali aggiunti, pagati poco più di 50 euro al giorno per suonare sul palco dell'Ariston.

L'accordo La Fondazione dell'Orchestra sinfonica di Sanremo, anche sulla spinta delle polemiche sollevate ieri in sala stampa, ha raggiunto un accordo con gli organizzatori del Festival: ogni orchestrale aggiunto riceverà 500 euro nette in più, per un totale di 2.500 euro per 35 giorni lavorativi. Non solo, contraddicendo alcune indiscrezioni giornalistiche, Eugenio Donato, presidente della Fondazione, ha fatto notare che tutti gli aggiunti "hanno avuto, fin dal primo giorno di prove a Roma, vitto e alloggio, forse non è gran cosa, però... D'altronde - aggiunge il presidente, ricordando che quella di Sanremo è una delle tredici orchestre stabili italiane - abbiamo avuto difficoltà a far quadrare i conti, ci sono stati dei tagli, tra cui gli stipendi di coloro che amministrano questa Fondazione".

Pippo Baudo Soddisfatto della soluzione dell'impasse Pippo Baudo: "Questa è davvero una bella notizia. Tutto è bene quel che finisce bene".